BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Estivi, spettacoli all’aperto e alcune sagre: l’estate post-Covid nella Bergamasca

L'estate che stiamo vivendo sicuramente è diversa dalle altre ma non tutto è perduto: vi proponiamo un viaggio dedicato alle proposte per la bella stagione a Bergamo e provincia

L’estate che stiamo vivendo sicuramente è diversa dalle altre ma non tutto è perduto. L’emergenza Coronavirus che nei mesi scorsi ha duramente colpito Bergamo e provincia, ha reso impossibile l’organizzazione di tante sagre e dei festival musicali che da tradizione animano ogni angolo della Bergamasca nella bella stagione.

Rispetto agli altri anni, all’appello mancano parecchie feste dedicate a piatti e prodotti tipici, associazioni, oratori e gruppi sportivi. A incidere negativamente sono stati diversi fattori: se in alcuni casi l’epidemia e il lockdown hanno lasciato poco tempo per predisporre tutta l’organizzazione, nella totalità dei casi le restrizioni anti-Covid inducono gli organizzatori a interrogarsi sulla sostenibilità economica e logistica. Alcune realtà hanno valutato la situazione e ritenuto di riuscire a dar vita a iniziative in sicurezza, mentre molte altre a malincuore hanno dovuto rinviare all’anno prossimo.

Il contraccolpo per il territorio è forte tanto sul piano sociale quanto su quello economico. A livello relazionale, la realizzazione di feste e sagre permette di vivacizzare città, paesi e frazioni creando occasioni di divertimento e convivialità, ma anche opportunità di socialità riuscendo a richiamare generalmente un abbondante numero di persone. Al tempo stesso il coinvolgimento dei volontari consente la formazione di legami all’interno della comunità creando un positivo senso di appartenenza e in molti casi alimentando la collaborazione fra diverse generazioni.

Sul piano economico, invece, fanno conoscere una determinata località portando le persone a visitarla, scoprirne o riscoprirne la bellezza e le specialità, innescando ricadute positive per il territorio. Ma c’è un altro aspetto da non sottovalutare: generalmente gli approvvigionamenti vengono effettuati dai negozi, commercianti e allevatori locali che ne traggono giovamento.

Chi ama stare all’aria aperta può optare per gli spazi estivi, fermo restando il rispetto delle restrizioni per contrastare la diffusione del Coronavirus. A Bergamo sono operativi in cinque luoghi diversi – Parco della Trucca, Parco di Sant’Agostino, Piazza Vecchia, Parco Brigate Alpine e Area verde esterna al Parco Goisis – che si integrano con i dehors resi disponibili in città per venire incontro alle esigenze di baristi e ristoratori che hanno risentito fortemente delle misure anti-Covid.

Ma sono stati allestiti estivi anche in altre zone della provincia, in cui l’obiettivo rimane divertirsi in sicurezza. È il caso del Beach Village di Scanzorosciate dove tutte le sere sarà attivo servizio pizzeria e griglia, hamburger e fritti, con bar esterno e chiosco all’aperto oltre ad alcuni appuntamenti fissi come le serate dedicate al Mojito il martedì, la musica dal vivo per accompagnare la cena e il dopocena (senza ballo) il venerdì e l’aperitivo Aperol Spritz seduti al tavolo con dj-set d’accompagnamento la domenica.

Il ristorante “La Campanina” di Zanica, invece, ospiterà “Berghemland”, nuovo format che anima l’estate bergamasca proponendo un mix tra un ambiente confortevole e un intrattenimento senza età che parte dall’aperitivo e prosegue fino al dopocena: si potrà gustare cucina gourmet trascorrendo piacevoli serate all’insegna della convivialità. Berghemland è aperto mercoledì, sabato e domenica: più precisamente, mercoledì sarà protagonista l’imitatore e showman Daniele Fiamma con spettacoli rivolti in modo particolare ai giovani, mentre sabato e domenica ci sarà spazio per la musica e la trasmissione delle partite di calcio (tutte quelle dell’Atalanta e non solo). Venerdì, invece, è aperto solo il ristorante.

Dando uno sguardo più in generale agli eventi, la cultura bergamasca riparte con gli spettacoli all’aperto. A Bergamo ha preso il via “Lazzaretto on stage”, iniziativa promossa dall’assessorato alla cultura in collaborazione con numerose realtà Istituzionali e associative del territorio, che prevede un ricco calendario di proposte live.

Dal 9 al 30 luglio, inoltre, andrà in scena “Liberi tutti!”, rassegna estiva di spettacoli per famiglie, giovani e adulti al cortile del Teatro San Giorgio a Bergamo. Una novità nata dall’impegno e della collaborazione fra cinque compagnie bergamasche: Teatro Prova, Luna e Gnac, Erbamil, La Pulce e Silvia Briozzo.

Torna a fare tappa in diverse location bergamasche “deSidera” con il festival dell’estate 2020: in cartellone ci sono oltre trenta appuntamenti nei luoghi più suggestivi (e sicuri) della Bergamasca. Più precisamente si terranno ad Almè, Caravaggio, Romano di Lombardia, Parco Regionale del Serio, Cavernago, Treviglio, Brignano Gera d’Adda, Bonate Sotto, Santa Giulia La Basilica, Bergamo – Lazzaretto on stage, Almenno San Bartolomeo, Almenno San Salvatore – Antenna Europea del Romanico – Fondazione Lemine, Pedrengo, Mapello, Ponteranica, Osio Sotto, Seriate, Ubiale Clanezzo, Santuario della Cornabusa, Terno d’Isola, Carobbio degli Angeli, Costa di Mezzate, Gromlongo e Albino.

Per gli amanti del cinema, vengono proiettati film sotto le stelle a Bergamo (Esterno Notte e Arena estiva Santa Lucia) e in provincia, come all’arena estiva della biblioteca di Seriate e altri spazi all’aperto in numerosi paesi. C’è anche il cinema drive-in nel piazzale della Celadina (Seat Summer Arena), che propone ai bergamaschi uno dei simboli della cultura pop americana degli anni ‘50: pellicole viste direttamente dalla propria auto. Allo stesso modo, ad Albino l’assessorato alla cultura e l’associazione culturale “Lo Scoiattolo”, promotori della tradizionale rassegna estiva di cinema all’aperto “Immagini di notte”, hanno pensato per quest’anno di cambiarne veste, trasformandola in “Drive-in”.

Per concludere la panoramica delle iniziative, vale la pena soffermarsi su tante escursioni guidate e aperture dei diversi musei dislocati nei vari paesi che si possono visitare nel rispetto delle norme anti-Covid.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.