BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Quindici anni senza Kika Mamoli: “Nel tuo ricordo l’impegno per i malati inguaribili”

L’Associazione Cure Palliative ricorda l’ex presidente che si è spenta il 14 luglio 2005 all’Hospice di Borgo Palazzo

Sono trascorsi 15 anni dalla scomparsa di Kika Mamoli. L’ex presidente dell’Associazione Cure Palliative si è spenta il 14 luglio 2005 all’Hospice di Borgo Palazzo, che aveva fortemente voluto per completare e migliorare l’assistenza e cura ai malati in fase avanzata e terminale.

Da allora sono stati intitolati a suo nome l’Hospice, l’Istituto Professionale e il Liceo dei Servizi Sociali di via Brembilla e il coro delle volontarie dell’Associazione Cure Palliative, a testimonianza della riconoscenza di Bergamo nei suoi confronti.

Mariagrazia Mamoli Minetti, per tutti Kika, è stata e rimane un grande esempio di impegno e determinazione: insieme ai volontari delle cure palliative, ha fatto molto sul fronte della sofferenza totale, fisica, psicologica, sociale e spirituale dei malati e il sostegno alle famiglie di questi pazienti.

Il suo ricordo e la sua testimonianza sono indelebili, come traspare da una lettera che idealmente le scrive l’Associazione Cure Palliative:

“Ciao Kika,
sono passati 15 anni e sei nel cuore di tutti noi e della comunità bergamasca. Kika, ci manchi!

Con te abbiamo costruito le basi di un progetto meraviglioso che ancora, e soprattutto oggi, continuiamo a sostenere grazie alle tante attività di cura e assistenza portate avanti sia in quell’Hospice che oggi porta il tuo nome, fondato dalla nostra Associazione e donato agli allora Ospedali Riuniti di Bergamo, oggi Papa Giovanni XXIII, sia al domicilio, sia nel Day-Hospital oncologico, sia nell’ambulatorio di terapia del dolore, per la miglior qualità di vita possibile per i malati inguaribili.

Nel ricordo tuo, Kika, continuiamo a sostenere la qualità dell’accompagnamento dei malati in fase avanzata e dei loro famigliari; sosteniamo la formazione e l’aggiornamento e le attività dei medici, infermieri, psicologici che promuovono le Cure Palliative e la Terapia del Dolore; grazie ai nostri 130 volontari dell’Associazione siamo sempre più vicini ai malati e ai loro famigliari; promuoviamo informazione e comunicazione nel rispetto della legge 38 del 2010 che prevede il diritto e la gratuità del ricovero in Hospice e dell’assistenza a domicilio.

Kika, questo facciamo e continueremo a fare!
La nostra provincia oggi usufruisce di 7 Hospice e 29 soggetti accreditati per il domicilio. Un sogno divenuto realtà grazie al contributo di tanti che, come te, ci hanno creduto.

Quest’anno è stato un anno inimmaginabile, per la portata di dolore che ha attraversato tutti noi a causa di una pandemia che purtroppo sembra faticare a finire. Tantissimi sono stati i morti, altrettante le famiglie distrutte.

Abbiamo ancora così tanto da fare… la nostra associazione assieme a tutte le strutture sanitarie pubbliche e private, le associazioni socio sanitarie devono, insieme, fare un ulteriore salto di qualità, per non dimenticare e per dare sempre di più!

A tutti i cittadini, alle aziende, alle scuole e all’università, agli istituiti bancari, alle società sportive, alle fondazioni culturali di ogni tipo, a tutti coloro che ci hanno sostenuto per cura e assistenza nei 31 anni della nostra attività… chiediamo di valorizzare e ricordare sempre il tuo grande esempio, Kika, e contribuire nel portarlo avanti, senza indugio ma con la stessa forza e passione che ci ha portato fin qui!”

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.