BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Take care

Informazione Pubblicitaria

Roberto, paziente di Habilita Sarnico: “Superato il Covid sto svolgendo la riabilitazione”

Dopo aver affrontato un periodo molto difficile in cui è stato ricoverato in terapia intensiva, Roberto è riuscito a sconfiggere il virus e ha iniziato un lungo percorsi riabilitativo

Più informazioni su

Roberto è uno dei pazienti ricoverati in Habilita Ospedale Faccanoni di Sarnico. Anche lui, come tante altre persone in bergamasca, è stato vittima del Covid-19. Ha dovuto affrontare un periodo molto difficile in cui è stato ricoverato in terapia intensiva ma, fortunatamente, è riuscito a sconfiggere il virus. Ora ha iniziato un lungo percorsi riabilitativo in quanto le problematiche che il Covid-19 gli ha lasciato sono parecchie. Gli abbiamo chiesto di raccontare la sua esperienza.

Habilita paziente Roberto

“Tutto è iniziato a marzo – spiega – quando ho cominciato ad avere i primi sintomi: la classica tosse un po’ più insistente del solito e le prime linee di febbre. La situazione non migliorava e sono poi sopraggiunti problemi respiratori: ho subito pensato che fosse in atto una polmonite provocata dal Covid-19”.

Roberto paziente Habilita

Quando ha capito che era il caso di andare in ospedale?

Il merito è stato di mia moglie. Nonostante stessi male io continuavo a temporeggiare. È stata mia moglie che ha preso in mano la situazione e mi ha portato in ospedale per farmi ricoverare. Sono stato fortunato perché, vista l’emergenza in corso, tutti gli ospedali non avevano più posti letto: io sono riuscito a trovare un posto anche se ho passato i primi giorni al pronto soccorso perché non c’erano letti in terapia intensiva.

Cosa ricorda di quelle giornate?

Quei giorni passati al pronto soccorso sono stati terribili. Ho provato una serie di maschere respiratorie ma nessuna di queste è risultata efficace nel mio caso.
Purtroppo da lì a poco la situazione è peggiorata e mi hanno intubato. Nel giro di 15 giorni sono guarito dal Covid-19 ma mi sono preso una nuova polmonite di origine batterica che mi ha provocato delle crisi respiratorie. A quel punto i medici sono stati chiari con la mia famiglia: dove dovevano prepararsi al peggio. Poi con l’assunzione di un altro antibiotico i medici sono riusciti a migliorare la mia condizione e man mano sono migliorato.
Ho ricordi vaghi dal momento dal momento dell’intubazione a quando sono arrivato in Habilita Ospedale Faccanoni di Sarnico. Ricordo solo di essere arrivato qua che avevo ancora il sondino naso-gastrico perché avevo perso l’uso della deglutizione; oltre a questo non riuscivo a stare seduto e nemmeno a parlare. Purtroppo ho perso anche l’uso della vescica, ma ho trovato un personale infermieristico affidabile e professionale pronto ad aiutarti in qualsiasi situazione.

Come procede il suo recupero?

Il covid-19 mi ha lasciato dei segni evidenti. Adesso sto riprendendo le attività motorie con l’aiuto dei fisioterapisti e ho avuto lo svezzamento dal sondino naso gastrico perché la deglutizione era scarsa. Ho eseguito vari step per l’alimentazione dal primo con cibi liquidi, il secondo con cibi semi liquidi fino ad arrivare all’ultimo con cibi solidi. Dopo i vari step mi è stato tolto il sondino e hanno anche eliminato il tubo che avevo e adesso per fortuna non ho più nulla e ho anche ripreso l’uso della vescica.

Il percorso da affrontare è ancora lungo.

Adesso so che nonostante io abbia già compiuto un buon percorso di riabilitazione, la strada da fare è ancora lunga, soprattutto a livello motorio.
Ho perso 17 chili di massa muscolare e di conseguenza sono ancora debole, però ringrazio ancora il personale per l’aiuto che sto ricevendo da tutti e rimango fiducioso soprattutto grazie ai miglioramenti che vedo ogni giorno. Purtroppo ancora adesso faccio fatica a fare delle piccole cose che si fanno tutti i giorni, come aprire una bottiglia d’acqua.
La mia famiglia ha passato un periodo davvero brutto, mia moglie ha iniziato con un focolaio di polmonite per poi essere curata a casa insieme a mio figlio anche lui positivo al covid-19. Ora, un po’ alla volta, ne stiamo uscendo.

Habilita paziente Roberto

© Riproduzione riservata

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.