BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Dalla taragna alla Madonna della Castagna: ecatombe di sagre e festival

Quest'estate, che arriva dopo la fase acuta dell'emergenza Coronavirus e il lockdown, tante tantissime iniziative che da tradizione animano la bella stagione bergamasca non si svolgeranno

Più informazioni su

Lo tsunami del Coronavirus si abbatte anche su feste, sagre e festival. Quest’estate, che arriva dopo la fase acuta dell’emergenza Coronavirus e il lockdown, tante tantissime iniziative che da tradizione animano la bella stagione bergamasca non si svolgeranno.

È stata una scelta sofferta, ma le restrizioni anti-Covid in molti casi ne inficiano la sostenibilità. Inoltre, considerando che per organizzarle bisogna cominciare con diversi mesi d’anticipo e non c’erano certezze su come si sarebbe evoluta la situazione, nella stragrande maggioranza dei casi non è stato possibile dar vita alla nuova edizione. Sono poche le realtà che riescono a proporre la propria kermesse in un contesto come questo: per visualizzarle clicca qui.

Tra gli appuntamenti annullati c’è la festa della Madonna della Castagna. Lo ha comunicato la Cooperativa Città Alta “viste le difficoltà e le restrizioni dovute alla situazione che stiamo vivendo”.
Sulla pagina Facebook della kermesse gli organizzatori hanno spiegato: “Ci dispiace davvero molto perché è un appuntamento al quale teniamo tantissimo ma, in tutta sincerità, abbiamo ritenuto non ci fossero le condizioni necessarie a garantire un sicuro svolgimento di tutte le attività che sono legate al nostro tradizionale modo di far festa alla Castagna. La parrocchia, probabilmente, organizzerà direttamente alcune iniziative per poter comunque almeno in parte continuare a godere del bello spazio che tanto amiamo. Noi torneremo la prossima estate con tanto entusiasmo e con lo spirito di far vivere sempre meglio e sempre a più persone quel magico angolo di Bergamo che da tanti anni fa parte della nostra storia”.

Ad Albino sono state annullate “Vall’Alta Medievale” e la festa popolare di “Vall’Alta” 2020. Lo hanno annunciato gli organizzatori “con enorme rammarico, ma sapendo che sia la scelta migliore da prendere”, aggiungendo: “State tranquilli, torneremo nel 2021… più forti di prima”.

A Fara Gera d’Adda è stata “rimandata” l’edizione 2020 di “Fara Rock” e a Martinengo “U.K Dave” mentre ad Ambia si è fermato “Ambria Music Festival“: la XVIII edizione è rimandata a luglio 2021.

A Seriate è stato posticipato al prossimo anno “Sottozero Summer Festival“, come hanno spiegato gli organizzatori sui social: “C’è poco da dire, consapevoli di realtà e problemi molto più importanti di una ” festa estiva ” come la nostra, ci troviamo concordi nel posticipare al prossimo anno il Sottozero Summer Festival. Ci saranno momenti migliori per ritrovarci a festeggiare tutti insieme. L’augurio che vi facciamo e ci facciamo è di passare un’estate serena all’insegna di tanta positività, salute e dalla voglia di rialzarsi da questo triste capitolo che ci ha colpiti tutti. Grazie per la collaborazione e la fiducia dimostrata in particolar modo a tutti i volontari, agli sponsor, ai fornitori, alle band previste e a tutte le persone che collaborano con noi da anni per la realizzazione del Sottozero Summer Festival e del Truck Raduno XX Secolo. Speranzosi e sicuri di ritrovarci al più presto con un boccale di birra in mano, AGC e Truck Raduno XX Secolo vi augurano buona estate!”.

A Grassobbio è stato annullato “Amici in festa“. Gli organizzatori specificano: “Purtroppo dobbiamo rimandare la festa all’anno prossimo, visto il particolare momento che stiamo vivendo. Vogliamo quindi augurarvi una buona estate, piena di sorrisi e gioia, per poter ricominciare più forti dopo questo periodo difficile… Ci vediamo presto! Non appena sarà possibile saremo in prima linea per donarvi un sorriso e perché no, una bella serata, per divertirci, ancora una volta e come sempre, tutti insieme!”.

È stata una scelta sofferta anche per il festival “Arcene Rockin Park“, rimandato a data da destinarsi. “Nonostante la malinconia, capiamo perfettamente quali sono le priorità di questo momento storico così difficile che ha colpito tanto duramente la nostra provincia. Vi lasciamo con la promessa che torneremo a rockeggiare nel parco, e che lo faremo con più coscienza e solidarietà. Ora vogliamo solo che torni tutto alla normalità il prima possibile!” – hanno indicato dall’associazione Locomotiva Giovanile.

Analogamente “Rilodad Festival” a Palosco auspica di rivedere presto il suo pubblico evidenziando che “non è un addio, ma solo un arrivederci”.

A Stabello di Zogno si ferma la festa della taragna, grande classico dell’estate orobica. Gli organizzatori danno l’appuntamento all’edizione 2021 e mandano un abbraccio a tutte le persone che insieme ai volontari in questi anni, hanno fatto grande questo evento, fornitori e pubblico.

A Branzi saltano le tradizionali sagre e appuntamenti estivi. Fra questi spiccano la fiera di san Matteo e la sagra della taragna, i cui organizzatori invitano a “fare lo stesso una passeggiata a Branzi e gustare il piatto tipico nei ristoranti del paese”.

Infine, a Spinone al Lago è stata annullata l’edizione 2020 di “Notte sotto le stelle“. Il presidente dell’associazione sotto le stelle, Simone Scaburri, ha spiegato: “L’associazione da tempo stava valutando la sospensione del festival in funzione di una riorganizzazione necessaria all’interno dello staff direttivo; la volontà era di ‘prendersi una pausa’ di almeno un anno dall’evento per dedicarsi ad attività di tenore diverso e minore, sempre nell’ambito dell’intrattenimento. L’emergenza sanitaria in corso dovuta alla diffusione del Coronavirus (Covid-19) e le conseguenti misure delle Autorità governative per contrastarla, ci spingono a confermare tale volontà fin da subito, poiché ancor più difficile sarebbe la realizzazione di un evento del genere (non avendo oltretutto certezza della situazione normativa che sarà ad agosto). Al momento non possiamo prevedere se vi sarà una edizione 2021,
quel che è certo è che sono stati 16 anni stupendi… Quando abbiamo iniziato questa avventura, non potevamo pensare che decine e decine di artisti da mezza Europa calcassero il nostro palco e animassero il lungolago Marinai d’Italia, non potevamo aspettarci che migliaia e migliaia di persone si divertissero sulle rive del Lago di Endine… Non potevamo immaginare fosse così difficile decidere di fermarsi. Grazie a tutti, ma proprio tutti”.

© Riproduzione riservata

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.