BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Ortofrutta

Informazione Pubblicitaria

Entra nel vivo la stagione degli zucchini: gustateli facili in carpaccio

Disponibili in abbondanti quantitativi, si possono trovare a un ottimo rapporto tra qualità e prezzo

Sono gli zucchini il prodotto della settimana al mercato ortofrutticolo bergamasco. Ci troviamo nel pieno della stagione di questi ortaggi che rappresentano un’occasione da cogliere per la propria spesa dal fruttivendolo o dall’ambulante di fiducia: disponibili in abbondanti volumi, si possono trovare a un ottimo rapporto tra qualità e prezzo.

Al momento gli areali produttivi sono principalmente collocati nelle regioni dell’Italia settentrionale, soprattutto il Veneto, ma sono molto buoni anche gli approvvigionamenti della produzione locale che, a fronte di una selezione particolarmente curata, riesce a spuntare qualche decina di centesimi in più.

Dotati di svariate proprietà per la salute e il benessere dell’organismo, sono ricchi di acqua e minerali pur contenendo pochissime calorie.

Innanzitutto, viene loro attribuita un’azione diuretica, lassativa, antiossidante e antinfiammatoria. Secondo alcune ricerche, poi, il loro consumo favorirebbe il sonno, mentre la presenza di potassio risulterebbe utile in casi di spossatezza.

Facilmente digeribili ed estremamente versatili, in cucina è possibile adoperarli in diverse modalità, come antipasti, primi e secondi e contorni, per esempio sono indicati per farcire le torte salate, preparare gustose frittate o ripieni.

Si possono consumare crudi magari a julienne per arricchire insalate o tagliati fini condendoli con olio e prezzemolo. In alternativa, sono ottimi cotti a vapore, lessati, fritti in pastella oppure saltati in padella.

Un consiglio: al momento dell’acquisto è preferibile scegliere quelli che presentano superficie lucida, soda e compatta, con meno ammaccature possibile. Un accorgimento utile è guardare il colore: più sono chiari, più saranno dolci. Per quanto riguarda la dimensione, i più consigliati sono gli esemplari medio-piccoli perché la loro polpa è più dolce, delicata e meno amara rispetto a quelli più grandi.

Dando uno sguardo più in generale al mercato ortofrutticolo, risulta in grande spolvero tutto il comparto orticolo. L’andamento climatico e le temperature tipicamente estive sono favorevoli alle rese produttive per moltissime specie: c’è un’offerta consistente e i volumi fungono da calmiere.

Sono particolarmente convenienti i cavolfiori, per i quali l’areale produttivo di riferimento è la Val Venosta, ma si può trovare anche raccolto olandese o polacco.

Resta conveniente il rapporto qualità-prezzo dei fagiolini: i volumi disponibili sono abbondanti e spingono le quotazioni verso il basso, anche per quelli di maggior pregio, ma vale la pena di soffermarsi anche sui pomodori, dai ciliegini ai datterini e il cuore di bue nazionale. Inoltre è ai minimi storici il pomodoro a grappolo olandese.

È buona la disponibilità dei peperoni italiani che si possono acquistare a prezzi decisamente congrui alla stagione e alla qualità del prodotto, mentre è in diminuzione il valore di mercato dei porri sia esteri sia coltivati in Italia.

Passando alla frutta, rimangono stabili e piuttosto sostenuti i meloni: il grande caldo ha fatto schizzare le richieste in un momento di calma apparente di offerta degli areali produttivi principali che attualmente sono nel mantovano. Va considerato che in alcuni campi la raccolta non è ancora entrata nel vivo sia per gli esemplari lisci sia per quelli retati e questo incide negativamente sui quantitativi su cui si può contare.

Aumenta l’interesse per le angurie: i costi sono in diminuzione ma si rileva una differenza piuttosto ampia tra la merce proveniente dalle regioni dell’Italia meridionale e quelle settentrionali, con la produzione mantovana che riesce a spuntare prezzi superiori.

Si conferma piuttosto alto il valore di mercato delle albicocche a fronte di una disponibilità piuttosto limitata di frutti.

Calano i volumi delle ciliegie: per poterle reperire bisogna rivolgersi a produttori posti a quote superiori rispetto alle scorse settimane, spostandosi nella media montagna, e questo comporta rincari.

Migliora il rapporto qualità-prezzo dei fichi sia chiari sia scuri, provenienti dalla Puglia, mentre sono stabili le fragole che arrivano da Veneto e Trentino Alto Adige.

Si denota una forbice di prezzi decisamente ampia tra pezzature grosse e piccole per le nettarine (originarie da Puglia, Spagna ed Emilia Romagna) e ancora di più per le pesche.

Per concludere, si contrae il prezzo dell’uva Vittoria e aumenta la varietà di susine da Campania, Puglia ed Emilia Romagna: per queste ultime l’attenzione del consumatore è ancora latente ma nelle prossime settimane crescerà progressivamente.

LA RICETTA DELLA SETTIMANA
a cura di Cookist

carpaccio zucchine

Carpaccio di zucchine

Lavate bene le zucchine, eliminate le punte e tagliatele a fette sottili aiutandovi con un affetta verdure. Mettetele in una pirofila o su un vassoio.

Nel frattempo preparate il condimento per la marinatura con olio, succo di limone e un pizzico di sale: potete variare le dosi della salsina in base ai vostri gusti. Mescolate gli ingredienti e condite le zucchine in modo che tutte le fette siano ben irrorate.

Preparate le scaglie di grana e, se preferite, anche delle olive nere tagliate a rondelle.

Unite il tutto alle zucchine e fate riposare in frigo per almeno un’ora prima di servire. Aggiungete il basilico fresco o le erbe che preferite e, se necessario, irrorate con altro olio.

Con il vostro carpaccio di zucchine potete accompagnare pietanze di carne e di pesce o servirlo come fresca e gustosa insalata.

Consigli

Le zucchine piccole sono l’ideale per essere consumate crude: nel caso avessero sulla buccia una leggera peluria, lavatele e asciugatele con cura, per averle lisce e pronte per il vostro carpaccio.

Se volete stemperare il sapore aspro del limone, potete aggiungere alla vostra salsina per la marinatura 2 cucchiaini di miele che la renderanno anche più densa e gustosa.

Se vi avanza la salsa per il condimento potete utilizzarla per condire carne, pesce o altre verdure.

Prima di servire il carpaccio di zucchine potete aggiungere a piacere uno spicchio di aglio tritato, dei pinoli, dei pezzetti di noce e dell’aceto balsamico, per donare ancora più sapore alla vostra ricetta.

Se volete realizzare un tipico piatto estivo accompagnate il carpaccio di zucchine con fettine di melone per una pietanza fresca e dal sapore unico e originale. Altrimenti aggiungete alle vostre zucchine crude, un pomodoro tagliato a pezzetti, un peperone crudo a listarelle, carote alla julienne e bocconcini di mozzarella, il tutto accompagnato con dei gustosi crostini di pane. Ideale come piatto unico, per un pranzo estivo.

Per gustare al meglio il carpaccio di zucchine preparatelo almeno due ore prima. L’ideale sarebbe preparalo la sera prima in modo da far insaporire al meglio le zucchine nella marinatura.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.