BergamoNews it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Atalanta infinita, un record tira l’altro. E il Napoli s’inchina ai nerazzurri fotogallery

Settima vittoria consecutiva, primato storico e sarebbero nove con le due sul Valencia. Gasp dirige, il Papu ispira una grande orchestra

Sette bellissima! Sette vittorie consecutive, record storico nei suoi 113 anni e sarebbero nove comprendendo anche le due contro il Valencia: è un’Atalanta infinita, quella che piega il Napoli e lo elimina dalla corsa Champions, ammesso che fosse davvero possibile per i partenopei riuscire a raggiungere la squadra bergamasca.

È la nona vittoria in casa, 18esima in campionato, 12 punti più della stagione 2018-19 alla 29esima giornata, quando pure i nerazzurri sono arrivati terzi, Gasperini festeggia alla grande le sue 400 partite in Serie A, ma al di là dei numeri che sono già sbalorditivi a fotografare la forza dei nerazzurri, quello che impressiona di più è la prova di personalità della Dea. Che non attacca a testa bassa, non alza i ritmi e quasi gioca al gatto col topo, contro un Napoli bellino in partenza, ma poi quasi intimorito davanti ad avversari più forti, più pronti ad arrivare su ogni pallone e soprattutto a concretizzare. E infatti bastano poco più di dieci minuti in accelerazione, nel secondo tempo, per mettere il timbro sulla manifesta superiorità dei Gaspboys: Gomez dà il la con un assist-produzione-propria per Pasalic che puntuale usa la testa, poi è spettacolare l’azione del raddoppio, una specie di flipper tra Castagne e Toloi che innesca Gosens per la sua nona rete personale. Gioco, partita, incontro.

Provate poi a contare le palle gol, poche in tutta la partita, ma ancora meno quelle del Napoli. La porta di Gollini resta inviolata ed è la settima volta in questo campionato, non poco per una difesa che a volte viene considerata un po’ disinvolta, ma l’Atalanta non è abituata a fare barricate e a giocare solo per portare a casa il risultato. Ecco, col Napoli esce anche una solidità di squadra straordinaria, che parte dal grande lavoro di Zapata sui difensori avversari, per continuare con un Papu presente in ogni parte del campo, anche pronto a sacrificarsi nei recuperi difensivi.

Un Pasalic rubapalloni e fa anche gol, cercando spesso nel fraseggio il suo capitano, come i due instancabili della cerniera di centrocampo, de Roon e Freuler. Certo poi gli esterni sono un’arma micidiale e sempre più efficace nel meccanismo studiato da Gasp: il secondo gol è una coproduzione già ammirata altre volte dal destro al sinistro e anche sul primo Castagne c’è, in una partita dove lui e Robin dimostrano ancora una volta le loro grandi qualità. E i difensori fanno il resto, con Toloi sempre molto attento.
Colpisce e non è una novità ormai la tecnica superiore di una squadra sulle cui doti atletiche qualcuno straparlando aveva dubitato.

L’Atalanta corre? Quando le serve, anche, ma sicuramente contro il Napoli dimostra una superiorità tecnica evidente, che lo stesso Gattuso riconosce. Ed è incredibile la facilità con cui i Gaspboys si assicurano i tre punti, l’uno-due con cui mandano ko l’avversario e poi gestiscono il doppio vantaggio, quasi senza sprecare troppo le energie se ce ne fosse bisogno con le tre partite settimanali.

Il Papu è eccezionale nel dirigere il gioco, nel nascondere la palla, nel saltare l’uomo. L’unico tiro significativo del primo tempo è il suo, l’assist per il primo gol è sempre suo: ma quanti registi/tuttocampisti ci sono in Serie A, meglio di lui? Uno stakanovista e non molla un centimetro, ma presto potrà rifiatare, magari in una delle prossime sfide contro Cagliari o Samp. Un Papu così va protetto e conservato…

Ma che limiti si può dare questa magica Atalanta? Che vince senza Ilicic, con Muriel in campo solo negli ultimi sei minuti e Zapata che si sacrifica per la squadra. Certo il segreto è anche questo, l’armonia di un gruppo che continua a stupire.

E alla fine della serata arriva anche l’impresa dell’Udinese: la Roma ko scende a -12, il Napoli a -15 dall’Atalanta. Più Champions di così…

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.