BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Il microbo innamorato: “Toajêne”, nuovo fumetto di Bruno Bozzetto

Pubblicato in Francia, scritto dal disegnatore e animatore fra i più amati e riconosciuti, con i disegni dell'animatore e fumettista francese di origini italiane Grégory Panaccione

Un microbo innamorato di una stella del cinema dà speranza all’umanità sopraffatta.

Èditions Delcourt ha pubblicato in Francia Toajêne, il nuovo fumetto scritto da Bruno Bozzetto, disegnatore e animatore fra i più amati e riconosciuti, noto al grande pubblico per essere il papà del signor Rossi, con i disegni dell’animatore e fumettista francese di origini italiane Grégory Panaccione che con Un oceano d’amore ha vinto il premio FNAC per il miglior fumetto del 2015 e nel 2019 è stato candidato a tre Eisner Awards.

Bozzetto e Panaccione creano un’avventura stravagante e particolarmente originale con i lettori che si immergono in un mondo microbico tanto improbabile quanto sorprendente. Si salta da una vita all’altra con un certo Moatarzan, un super-microbo tra i microbi, dotato di un aspetto umanoide, alle prese con domande esistenziali o semplici operazioni matematiche. L’incontro con gli umani -quelli veri- sconvolgerà la sua vita.

Il racconto si snoda dall’amore a prima vista per una figura cinematografica alla prigionia al servizio di un ricercatore per risolvere l’epidemia del secolo.

Drammi e passioni costituiscono la vita quotidiana dell’universo microscopico e, anche se misurano solo un micrometro, gli eroi non sono “meno” eroi. Dall’improbabile odissea di un microbo, panacea all’epidemia che colpisce il mondo che solo il suo amore per una stella del cinema stimola, gli autori ci rivelano una dimensione affascinante dove la fantasia poetica viene animata da tocchi burleschi.

Toajêne è composto da 104 pagine, la sceneggiatura Ubuesque di Bozzetto e il fantastico disegno di Panaccione – in bianco e nero – sono solo alcune delle particolarità che danno vita a questo inatteso e surreale racconto. Al momento non è ancora stata annunciata un’edizione italiana.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.