Coronavirus: a Bergamo 23 nuovi contagiati, 98 in tutta la Lombardia - BergamoNews
I numeri

Coronavirus: a Bergamo 23 nuovi contagiati, 98 in tutta la Lombardia

In continuo aumento i guariti dimessi dagli ospedali, 188 nelle ultime 24 ore

“Continua il decremento del numero dei ricoverati (-36) e aumenta quello dei guariti (+188). Da segnalare inoltre che, relativamente ai 98 casi positivi, 30 fanno riferimento a test sierologici e 36 sono debolmente positivi. Per quanto riguarda i decessi, che purtroppo sono 21, va sempre sottolineato che questi aggiornamenti sono riferibili alla tempistica con cui le anagrafi comunali e gli ospedali ci comunicano tali dati”. Lo ha detto l’assessore regionale al Welfare, Giulio Gallera, commentando i dati relativi a giovedì 2 luglio.

I dati di giovedì 2 luglio

– i tamponi effettuati: 9.440
totale complessivo: 1.054.415
– i nuovi casi positivi: 98 (di cui 30 a seguito di test sierologici e 36 ‘debolmente positivi’)
– i guariti/dimessi: 67.610 (+188)
totale complessivo: (65.267 guariti e 2.343 dimessi)
– in terapia intensiva: 41 (=)
– i ricoverati non in terapia intensiva: 241 (-36)
– i decessi: 21
totale complessivo: 16.671

I nuovi casi per provincia

Milano 28 di cui 17 a Milano città
Bergamo 23
Brescia 9
Como 4
Cremona 5
Lecco 2
Lodi 3
Mantova 5
Monza e Brianza 2
Pavia 3
Sondrio 2
Varese 5

leggi anche
  • Il difensore azzurro
    Atalanta-Napoli, Koulibaly: “Siamo a Bergamo, rispetto e commozione”
    Koulibaly
  • Domenica alle 12
    In cima alla Presolana la Santa Messa del Vescovo per tutti i defunti Covid
    messa Vescovo covid
  • Da missione calcutta
    Per bergamaschi in difficoltà donate 25 tonnellate di prodotti per l’igiene
    palmolive missione calcutta
  • I dati
    A maggio persi altri 810 posti di lavoro: si aggiungono ai 6mila di marzo e aprile
    lavoro
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it