Da padova

Inchiesta Covid a Bergamo, un altro consulente per la procura: Daniele Donato

Affiancherà Andrea Crisanti, direttore del laboratorio di Microbiologia e virologia sempre dell'Azienda ospedaliera di Padova

La Procura di Bergamo ha un nuovo consulente per l’inchiesta Covid in Bergamasca. Si tratta di Daniele Donato, direttore sanitario dell’Azienda ospedaliera di Padova.

Lunedì mattina Donato era negli uffici giudiziari di piazza Dante per accettare l’incarico conferitole dal procuratore aggiunto Maria Cristina Rota.

Il direttore sanitario era finito al centro delle polemiche nelle settimane scorse per un video in cui accusava i medici specializzandi di comportamenti poco prudenti che avrebbero favorito la diffusione del contagio in ospedale. Si era poi scusato con i giovani medici, che comunque avevano attuato uno sciopero di protesta.

La sua nomina a Bergamo segue quella di Andrea Crisanti, direttore del laboratorio di Microbiologia e virologia sempre dell’Azienda ospedaliera di Padova. Entrambi i consulenti scelti rappresentano quel ‘modello Veneto’ che ha saputo arginare la pandemia meglio di altre regioni, Lombardia compresa.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
leggi anche
Noi denunceremo, le famiglie delle vittime del Covid in Procura
In procura
Inchiesta Covid, ospedale di Alzano subito riaperto: nuove testimonianze
crisanti procura
Ad alzano e nembro
Inchiesta zona rossa: il virologo Crisanti consulente della Procura di Bergamo
Nembro riparte
La proposta
Commissione d’inchiesta Covid, Scandella: “Riunioni ad Alzano, Codogno e Nembro”
Alzano ospedale
La procura indaga
Quelle atipiche 110 polmoniti all’ospedale di Alzano tra novembre e gennaio
Ranieri Guerra
Epidemia colposa
Inchiesta Covid, in procura a Bergamo il direttore vicario dell’Oms Guerra
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI