BergamoNews it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Atalanta, dopo la remuntada alla Lazio c’è l’Udinese: i friulani senza De Paul

I nerazzurra attesi dalla prima trasferta post-ripresa

Più informazioni su

Questa Atalanta non finisce mai di stupire. Dopo l’incredibile remuntada sulla Lazio, la squadra nerazzurra è attesa dalla sua prima trasferta post-ripresa a Udine.

Tornando per un attimo alla gara di mercoledi, lasciatemi dire che la formazione nerazzurra ha dato una prova di forza impressionante. La Lazio è una delle squadre più in forma del torneo e quella insieme alla Dea che gioca il miglior calcio. Dopo una partenza fulminante dei biancazzurri, l’undici del Gasp è riuscito a prendere le misure agli avversari, che nel secondo tempo sono stati letteralmente surclassati dai giocatori atalantini subendo 3 reti e perdendo la gara.

Era la prima partita dopo la ripresa per la Lazio e questo può aver influito? È un dato di fatto, ma Inzaghi non ha cercato scuse alla fine del match, segno che ha evidentemente capito la superiorità della squadra atalantina.

I bergamaschi hanno mostrato un atteggiamento propositivo ed una condizione fisica eccellente, quasi come se il lungo stop non avesse per nulla influito sul fisico. Ma quello che più impressiona è la forza mentale di un gruppo che è capace, dopo un primo tempo opaco, di ritrovarsi e di convincersi che la partita può essere ribaltata. E di farlo davvero.

Alcuni giocatori in particolare hanno veramente ripreso in una forma strepitosa e ne voglio citare uno su tutti, ossia Robin Gosens. Il ragazzo tedesco alla corte di Gasperini è cresciuto negli anni in maniera esponenziale ed in questo momento è davvero diventato un ottimo giocatore, a cui peraltro non manca neppure il vizio del gol (ben 8 in questa stagione).

Questa stupenda forma fisica e mentale certamente rincuora i tifosi atalantini, tanto che in questo momento mi sentirei di affermare che, con tutti gli scongiuri del caso, diventa molto più fattibile raggiungere l’Inter al 3° posto (a soli 4 punti) che non essere raggiunti dalla Roma, staccata di 6 lunghezze (7 con lo scontro diretto a favore).

La partita con l’Udinese, nonostante le assenze di De Paul e Mandragora (auguri di pronta guarigione), non è però assolutamente da sottovalutare, anche perché i bianconeri sono poco sopra la zona salvezza e hanno quindi l’obbligo di fare punti.

I precedenti

Le due formazioni si sono affrontate a Udine in 36 occasioni: 20 le vittorie friulane, 8 quelle atalantine ed altrettanti i pareggi. Considerando anche le gare disputate a Bergamo (compresa quella d’andata) nei 73 scontri per 27 volte ha prevalso l’Udinese, per 22 volte la Dea e 24 sono stati i pareggi.

La più recente vittoria bianconera risale al torneo 2017-2018: Kurtic illuse la Dea ma poi De Paul e Barak ribaltarono il risultato per il 2 a 1 finale. Il campionato precedente fece vedere l’ultimo pareggio tra le due formazioni: Cristante portò in vantaggio l’Atalanta ma Perica pareggiò il conto. L’ultimo successo nerazzurro a Udine è quello dello scorso campionato: una fantastica tripletta di Duvan Zapata diede la vittoria alla Dea, dopo che Lasagna era riuscito momentaneamente a raggiungere gli avversari.

Per gli amanti delle statistiche l’Udinese è riuscita a superare l’Atalanta per tre volte con il punteggio di 3 a 0 ossia nei campionati 1956-1957, 1995-1996 e 2008-2009 (doppietta di Quagliarella). Per contro l’Atalanta in tre occasioni ha superato gli avversari con due gol di scarto: nel 2000/2001 per 2 a 4 (doppietta di Ventola e di Morfeo), nel 2009-2010 per 1 a 3 (reti di Tiribocchi, Valdes e De Ascentis) e, come detto sopra, lo scorso anno con la tripletta di Zapata.

La gara d’andata è stata un autentico tiro al bersaglio da parte degli atalantini. Passati in vantaggio per una rete di Okaka, i friulani furono poi letteralmente annichiliti dai nerazzurri, capaci di mettere a segno ben 7 gol con tripletta di Muriel, doppietta di Ilicic e gol di Pasalic e Traorè.

L’unico ex tra le due squadre è il panterone Duvan Zapata che con la maglia bianconera ha disputato 63 partite con 18 reti realizzate.

È un peccato che si debba giocare in una Dacia Arena vuota (bellissimo il gioiello udinese). Pazienza, l’assenza di pubblico farà rimbombare meglio l’urlo dei giocatori nerazzurri ad ogni rete.

© Riproduzione riservata

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.