• Abbonati
L'intervento

La lezione inutile dei Maestri del Paesaggio: da loro non si è imparato niente

Roberto Trussardi, avvocato ed ex assessore a Bergamo, analizza e traccia un bilancio personale della manifestazione I Maestri del Paesaggio, kermesse che si svolgerà dal 5 al 20 settembre 2020

Dal 5 al 20 settembre 2020 si svolgerà a Bergamo la decima edizione della manifestazione “Maestri del Paesaggio”.

Per un paio di settimane verrà modificato il consueto aspetto di Piazza Vecchia e di qualche angolo della città di Bergamo, che saranno infiocchettati con installazioni verdi o pseudo tali e materiali da giardino. Non mancheranno gli inevitabili corner pubblicitari prodighi di depliant patinati colmi di fotografie di ville e giardini, che sognare non costa nulla.

Non sono contrario all’iniziativa, Piazza Vecchia verde per un periodo limitato di tempo non è poi male, panche, sdraio e sedie, come in alcune delle ultime edizioni, evocano relax e tranquillità di cui tutti abbiamo bisogno.

C’è però un aspetto che difficilmente viene considerato: cosa ci hanno insegnato questi eventi? Quali conseguenze ne hanno tratto il Comune di Bergamo e più in generale i cittadini? Nessuno purtroppo! La manifestazione si caratterizza come uno spot privo di contenuti, destinato a mostrare un lato insolito e piacevole, ma artificioso, del paesaggio urbano senza alcuna ricaduta pratica se non pubblicitaria per gli sponsor. Insomma, uno stand della vanità ben esposto in un contesto di fiera d’eccezione – Piazza Vecchia – destinato ad essere ben presto smontato e dimenticato fino all’anno successivo quando sarà nuovamente rispolverato e riproposto.

L’Amministrazione Gori ha tutelato il paesaggio, come impone la Costituzione, facendo tesoro delle passate esperienze dei “Maestri” e dei rari convegni a latere dell’esposizione verde? Manco per niente: il paesaggio in città è stato maltrattato come mai prima, a cominciare dal buco dei buchi, il parcheggio dell’ex parco faunistico di Città Alta, accanto alle mura tutelate dall’Unesco.

Ci passo davanti tutti i giorni a quella maledetta voragine, uno smisurato dente cariato che l’amministrazione si ostina insensatamente a tener aperto dal 2008, tra l’altro in modo inconcludente, dato che i lavori non procedono e persino l’Autorithy anticorruzione ha stigmatizzato l’opera. Senza contare le stupefacenti e reiterate modifiche della convenzione di project financing e i costi diretti e indiretti per l’amministrazione comunale. Il progetto è del 2002, ormai è maggiorenne!

alberi tagliati

Il buco dei buchi come si concilia con le buone intenzioni dei “Maestri del Paesaggio”? E che dire di Piazza Dante che ricorda la Milano bombardata durante la guerra? E degli alberi tagliati in tanti luoghi della città sulla base di misteriose e frettolose perizie? E della piscina smisurata sotto le mura cinquecentesche giustificata con ammirevole umorismo da uno stagno riproduttivo avifaunicolo? E della Montelungo abbandonata dopo le parziali demolizioni?

Generico giugno 2020

Ben vengano i Maestri del Paesaggio, ma la manifestazione a Bergamo suona incongrua e falsa quanto una banconota da trenta euro. Insomma, la volpe Gori, con le penne della gallina tra i denti, non può far da protettrice al pollaio anche se porta dei vasi in Piazza Vecchia.

alberi tagliati
alberi tagliati
alberi tagliati
Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Abbonati!
leggi anche
“ I Maestri del Paesaggio”, al via i lavori in Piazza Vecchia
Bergamo alta
“I Maestri del Paesaggio”, al via i lavori di allestimento in Piazza Vecchia
cool landscape
A settembre
I Maestri del Paesaggio abbandonano il verde: Piazza Vecchia come un blocco di ghiaccio
I maestri del paesaggio volano in Olanda
Amsterdam
I Maestri del Paesaggio sbarcano in Olanda
A generica
Il premio
Piazza Vecchia verde, ecco gli scatti che hanno conquistato i Maestri del Paesaggio
A generica
Bergamo
Via Autostrada diventa un viale alberato: il progetto dei “Maestri del paesaggio”
alberi tagliati
La replica
L’assessore Valesini a Trussardi: “Cita solo cantieri, come se non avessimo fatto molto altro”
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI