BergamoNews it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Il ponte tibetano dello studio Archos vince il concorso per la passerella sul Lura

Con un camminamento morbido e sospeso, in legno e acciaio, lo studio Edoardo Milesi & Archos ha vinto il concorso di progettazione per la realizzazione di una passerella ciclopedonale sulla Valle del Torrente Lura, in provincia di Como.

Un camminamento morbido in legno e acciaio sospeso tra Manera e Rovellasca (Como): con un progetto ispirato ai ponti inca-tibetani lo studio Edoardo Milesi & Archos di Albino, sulle ventitré proposte progettuali pervenute al Consorzio Parco del Lura, ha vinto il concorso di progettazione per la realizzazione della passerella ciclopedonale sul Torrente Lura.

“Una soluzione di grande leggerezza e trasparenza – spiega lo studio di Albino – dove la natura è la vera protagonista”.

Il nuovo ponte avrà una luce di circa 70 metri e attraverserà la Valle ad un’altezza di 12 metri sul torrente mettendo in collegamento Via Como e Via IV Novembre a Rovellasca con il Centro Sportivo di Manera, in territorio comunale di Lomazzo, per un importo stimato in 260 mila euro per la realizzazione dell’opera.

ponte tibetano studio Archos

“Un camminamento morbido di quasi settanta metri di lunghezza – commenta lo studio Edoardo Milesi & Archossospeso sopra una valle dove la natura è la vera protagonista e l’opera le appartiene enfatizzando la relazione uomo-natura. La grande leggerezza e trasparenza che caratterizza il ponte sono ispirate dalla tecnica inca-tibetana trasformandolo in un landmark di attrazione paesistica”.

Oltre alla graduatoria di merito il concorso si è concluso con l’attribuzione di diversi premi: 7.500 euro al primo classificato, 3 mila euro al secondo e 1.500 al terzo. Allo studio di Albino, previo reperimento delle risorse economiche necessarie, saranno assegnate anche le fasi successive della progettazione e direzione dei lavori mediante affidamento diretto.

“L’obiettivo – conclude lo studio Edoardo Milesi & Archos – diviene dunque quello di ottenere una soluzione sicura, leggera e a ridotto impatto visivo, mantenendo al contempo un forte valore simbolico e architettonico. La progettazione è stata particolarmente attenta allo studio dei materiali e dei particolari costruttivi ottenendo una soluzione semplice, veloce da realizzare ma sicura, di alta qualità e di facile manutenzione e controllo”.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.