Quantcast
Lapide e poesia per le vittime Covid: sarà scoperta domenica da Mattarella - BergamoNews
Bergamo

Lapide e poesia per le vittime Covid: sarà scoperta domenica da Mattarella

Posizionata all'interno del cimitero, accanto alla chiesa di Ognissanti: i versi di Ernesto Olivero onoreranno la memoria dei defunti bergamaschi

Verrà scoperta domenica 28 giugno, alla presenza del presidente della Repubblica Sergio Mattarella: una lapide in memoria delle vittime del Coronavirus, all’interno del cimitero monumentale di Bergamo e accanto alla chiesa di Ognissanti: quella che nel mese di marzo ha ospitato le bare in attesa di sepoltura o cremazione. Nei giorni peggiori arrivavano fino a 140: una delle tante immagini destinate a restare impresse nella memoria, dei bergamaschi e non solo.

“Un luogo dal valore fortemente simbolico, scelto insieme alla Commissione artistica del cimitero” spiega l’assessore del Comune di Bergamo Giacomo Angeloni, responsabile dei servizi cimiteriali. La lapide in marmo, donata dalla ‘Marmi Corti Alessandro S.n.c.’ di via Rovelli, è stata scolpita come un libro aperto. “Sulle sue pagine – aggiunge Angeloni – è stata incisa una poesia di Ernesto Olivero, scritta durante il lockdown e dedicata ai nostri morti”. Olivero, attivista e fondatore del Sermig Arsenale della Pace di Torino, dal 2015  è anche cittadino onorario di Bergamo.

settore B1
Il settore 'B1' del cimitero di Bergamo accoglie i defunti nel mese di marzo

Sarà un altro toccante momento all’interno della grande commemorazione prevista domenica sera, quando davanti al cimitero monumentale verrà eseguita la messa da Requiem di Gaetano Donizetti, in onore delle vittime del Covid-19 in Bergamasca: oltre 6mila.

Insieme al presidente Mattarella ci saranno i 243 sindaci della provincia, in rappresentanza di tutti i Comuni che hanno fatto i conti con l’epidemia. L’evento, organizzato da Palafrizzoni e Fondazione Teatro Donizetti, sarà trasmesso in diretta su Rai 1.

La poesia:

Tu ci sei.
Sono convinto che tu ci sei
accanto alle persone che muoiono sole,
sole, con a volte incollato
sul vetro della rianimazione
il disegno di un nipote,
un cuore, un bacetto, un saluto.
Tu ci sei, vicino a ognuno di loro,
tu ci sei, dalla loro parte mentre lottano,
tu ci sei e raccogli l’ultimo respiro,
la resa d’amore a te.
Tu ci sei, muori con loro per portarli lassù
dove con loro sarai in eterno, per sempre.
Tu ci sei,
amico di ogni amico che muore
a Bergamo, in Lombardia, in ogni parte
del nostro tormentato paese.
Tu ci sei e sei tu che li consoli,
che li abbracci, che tieni loro la mano,
che trasformi in fiducia serena la loro paura.
Tu ci sei, perché non abbandoni nessuno,
tu che sei stato abbandonato da tutti.
Tu ci sei, perché la tua paura,
la tua sofferenza, l’ingiustizia della tua morte,
ha pagato per ciascuno di noi.
Tu ci sei e sei il respiro
di quanti in questi giorni
non hanno più respiro.
Tu ci sei, sei lì, per farli respirare
per sempre.
Sembra una speranza,
ma è di più di una speranza:
è la certezza del tuo amore
senza limiti.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
leggi anche
Al cimitero i preparativi per la messa con Mattarella
A bergamo
Domenica Messa da Requiem con Mattarella: il ricordo delle vittime Covid su Rai 1
Generico giugno 2020
Bergamo
Al cimitero facciata tricolore e drappo nero per la Messa di Requiem con Mattarella
cimitero mattarella
Noi denunceremo
Mattarella a Bergamo, i parenti delle vittime di Covid chiedono un incontro
Lazio cimitero
Il gesto
Il capitano della Lazio al cimitero di Bergamo: un mazzo di fiori per le vittime del Covid
Tamponi Coronavirus
I numeri
Coronavirus, a Bergamo 15 nuovi positivi: in Lombardia -677 casi
cimitero
Per le vittime del covid
Il Requiem di Donizetti davanti al cimitero di Bergamo con il presidente Mattarella e 243 sindaci
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI