BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

BCC Bergamo, i soci approvano il bilancio 2019: utile a 527mila euro video

Soddisfatto il Presidente Duillio Baggi che nel corso dell’Assemblea ha parlato di “consolidamento dei risultati” e del “significativo miglioramento di tutti gli indicatori di riferimento, a chiusura del primo esercizio della Banca all’interno della Capogruppo Iccrea”

Assemblea ordinaria e al tempo stesso inusuale per la Bcc Bergamo tenutasi nel pomeriggio di mercoledì 24 giugno a Bergamo nella sede in via Clara Maffei, 2.

bcc bergamo assemblea 2020

L’Assemblea si è celebrata a porte chiuse. Il Consiglio di Amministrazione della Banca di Credito Cooperativo Bergamo e Valli, presieduto da Duillio Baggi, in ragione dell’emergenza epidemiologica da Covid-19 tuttora in corso, e dei conseguenti provvedimenti normativi – al fine di ridurre al minimo i rischi dei soci, del personale e degli esponenti aziendali – ha deciso infatti di avvalersi della facoltà stabilita dal Decreto “Cura Italia” che ha consentito l’intervento dei soci in Assemblea tramite il “rappresentante designato”.

I soci sono potuti quindi intervenire conferendo delega e relative istruzioni di voto su tutte o alcune delle proposte di delibera in merito agli argomenti all’ordine del giorno al “rappresentante designato” individuato nella persona dell’avvocato Andrea Renato Vetturi.

L’Assemblea – limitato in ragione delle circostanze il numero dei rappresentanti del Consiglio di Amministrazione della Banca – è stata presieduta da Duillio Baggi, affiancato dal Vicepresidente vicario Francesco Percassi e dal Vicepresidente Costantino Bonaldi. Presente il Direttore Generale Domenico Borella e, per il Collegio Sindacale, il Presidente Massimo Zanetti.

Tra i punti all’ordine del giorno dell’Assemblea ordinaria della BCC Bergamo – aderente al Gruppo Bancario Cooperativo ICCREA – la discussione e delibera del bilancio al 31 dicembre 2019.

– Bilancio al 31 dicembre 2019: deliberazioni inerenti e conseguenti
Il bilancio di esercizio al 31 dicembre 2019 della Banca con il conseguente risultato della gestione è stato approvato all’unanimità dall’Assemblea – 93 su 7.607 i soci che hanno delegato il “rappresentante designato” – come esposto nella documentazione di “Stato patrimoniale”, di “Conto economico”, “Prospetto della redditività complessiva”, “Prospetto delle variazioni del patrimonio netto”, “Rendiconto finanziario”, nella “Nota integrativa”, nonché nella Relazione del Consiglio di Amministrazione, tenuto conto delle Relazioni del Collegio Sindacale e della Società di revisione.

– Destinazione del risultato di esercizio
L’Assemblea, sempre all’unanimità, ha votato in merito alla destinazione e alla distribuzione dell’utile risultante dal bilancio d’esercizio (come previsto dall’art. 2433 del codice civile) che al 31 dicembre 2019 è risultato in utile per euro 527.714,15.

I soci, tramite il “rappresentante designato”, hanno approvato la proposta di ripartizione dell’utile netto formulata dal Consiglio di Amministrazione della Banca:

– alla riserva legale: (pari al 75,21% degli utili netti annuali) euro 396.882,73;
– ai fondi mutualistici per la promozione e lo sviluppo della cooperazione (pari allo 3% degli utili netti annuali) euro 15.831,42;
– ai fini di beneficenza e mutualità euro 45.000,00;
– ai soci a titolo di ristorno mediante assegnazione di quote sociali euro 70.000,00.

L’Assemblea ha inoltre approvato – all’unanimità – il documento Politiche di remunerazione della Banca rivisto e razionalizzato dopo le modifiche e gli aggiornamenti allo stesso documento, redatto ed approvato dall’Assemblea dello scorso anno, che recepiscono le indicazioni fornite dalla Capogruppo Iccrea Banca Spa per una standardizzazione documentale in un’ottica di omogeneità formale ai dati di BCC Bergamo.

Tra gli altri punti all’ordine del giorno – votati a maggioranza – sui quali l’Assemblea è stata chiamata a pronunciarsi: la conferma della stipula di polizze relative alla responsabilità civile e infortuni professionali (ed extra-professionali) per amministratori e sindaci; la determinazione, ai sensi dell’art. 30 dello statuto, dell’ammontare massimo delle posizioni di rischio che possono essere assunte nei confronti dei soci, dei clienti e degli esponenti aziendali; la determinazione del numero degli amministratori ai sensi dell’art. 21.1 del Regolamento assembleare-elettorale: il Consiglio di Amministrazione della Banca ha proposto all’Assemblea – che ha approvato – di stabilire in 9 il numero degli amministratori per il rinnovo della cariche che avverrà nel 2021.

Soddisfatto il Presidente Duillio Baggi che nel corso dell’Assemblea ha parlato di “consolidamento dei risultati” e del “significativo miglioramento di tutti gli indicatori di riferimento, a chiusura del primo esercizio della Banca all’interno della Capogruppo Iccrea”. Baggi si è detto però “rammaricato dell’impossibilità di condividere tali dati positivi alla presenza dei soci per il particolare momento con un pensiero speciale a chi di loro ha sofferto o addirittura ha perso i propri cari”. “Un ringraziamento speciale”, da parte del Presidente, è stato “rivolto a tutti i soci per aver compreso la straordinarietà della situazione imposta dalla pandemia globale e, conseguentemente la necessità di adattarsi alle normative vigenti”. “Ciò”, ha rilevato Baggi, “ha fatto venir meno il consueto momento di confronto e condivisione con i tanti soci normalmente presenti alle nostre Assemblee”.

Il Presidente ha infine sottolineato come “l’impegno della BCC Bergamo durante l’emergenza non è mai venuto meno” e ha garantito che “tale impegno continuerà, soprattutto ora, per supportare ed accelerare la ripresa dei nostri territori, delle famiglie e di tutti coloro che vi operano”.

BCC Bergamo, nata nel 1899 e connotata da un forte radicamento nel proprio nel proprio territorio di competenza rappresentato dalla città di Bergamo, dal suo hinterland e dalle due principali Valli bergamasche, è una Banca aderente al Gruppo Bancario Cooperativo Iccrea che, con 142 banche, 4,2 milioni di clienti e 93,3 miliardi di euro erogati e 650 mila imprese clienti, copre il 13% del tessuto imprenditoriale italiano riservando da sempre una particolare attenzione alla piccola e media impresa.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.