Tragedia nella notte: frontale auto-moto a Pradalunga, morto un 33enne - BergamoNews
Val seriana

Tragedia nella notte: frontale auto-moto a Pradalunga, morto un 33enne

La vittima è Andrea Botti, abitava poco distante dal luogo dell'incidente

Gravissimo incidente a Pradalunga nella tarda serata di lunedì 22 giugno. Un uomo di 33 anni, Andrea Botti, ha perso la vita in uno schianto tra la moto sulla quale viaggiava e un’auto, lungo via don Luigi Minelli.

La ricostruzione della tragedia, avvenuta intorno alle 23.30, è ancora al vaglio dei carabinieri di Albino che sono intervenuti sul posto poco dopo lo schianto. Quel che è certo è che la moto su cui viaggiava il 33enne, una Piaggio 125, si è scontrata frontalmente con l’auto che percorreva la strada nella direzione opposta, una Smart ForFour di colore bianco.

L’impatto tra i due mezzi è stato violentissimo: Andrea Botti, secondo una prima ricostruzione, sarebbe morto sul colpo. I sanitari del 118, arrivati poco dopo sul posto con un’automedica e un’ambulanza, hanno solo potuto constatare il suo decesso.

Ferite lievi, invece, per il conducente della Smart.

La vittima, operaio classe 1986, abitava nei pressi del luogo in cui ha perso la vita.

leggi anche
  • Val seriana
    Colzate, in fiamme cassone e compattatore all’isola ecologica
    Incendio all'isola ecologica di Colzate
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it