Quantcast
Il Wall Street Journal celebra Mario Bresciani, simbolo di una generazione imprenditoriale - BergamoNews
Il sarto delle calze

Il Wall Street Journal celebra Mario Bresciani, simbolo di una generazione imprenditoriale

Il quotidiano statunitense onora la memoria dell'imprenditore Bresciani, fondatore dell'azienda che porta il suo nome, scomparso lo scorso marzo all’età di ottanta anni a causa del Coronavirus

“Nel 1970 Mario Bresciani parte dal suo paese con una valigia piena di calzini, conoscendo solo poche parole in inglese – scrive il Wall Street Journal -. Dopo alcune settimane torna a casa con un accordo sottoscritto e il suo primo cliente straniero: il grande magazzino Barney a New York City”.

Il quotidiano statunitense, in un articolo pubblicato lunedì 22 giugno, onora la memoria del sarto delle calze scomparso lo scorso marzo all’età di ottanta anni a causa del Coronavirus. Simbolo della generazione imprenditoriale del dopoguerra in Italia, vengono tracciate le sue innate e spiccate qualità imprenditoriali. Premiato dal Presidente Giorgio Napolitano come Cavaliere della Repubblica Bresciani, che nel 1970 ha fondato l’azienda che ancora oggi porta il suo nome, scommettendo sempre sulla qualità ha prodotto ed esportato calze di eccellenza Made in Italy in tutto il mondo.

“Coloro che lo conoscevano – continua il Wall Street Journal – affermano che il signor Bresciani aveva tre figli: i suoi due figli e il Calzificio Bresciani, cresciuto con lui per oltre quattro decenni”.

Generico giugno 2020

Un imprenditore audace e dinamico, che sapeva vedere lontano e che ha saputo gestire, con l’intelligenza e la cura di un padre, anche l’ingresso dei suoi figli in azienda, portando, accanto alla sua sapienza, nuova energia, innovazione, visione strategica.

Il quotidiano statunitense annovera il sarto delle calze tra i grandi capitani d’industria che dopo la seconda guerra mondiale hanno realizzato il miracolo economico di un grande sviluppo industriale. “La generazione di imprenditori del dopoguerra – sottolinea l’articolo -, che raccoglie anche la figura di Bresciani, ha avuto un ruolo fondamentale nell’ascesa dell’Italia, dalla devastazione della seconda guerra mondiale è cresciuta fino a diventare una delle maggiori economie del mondo. Le società cresciute grazie a rapporti commerciali con l’estero – il Calzificio Bresciani genera il 90% delle sue entrate al di fuori dell’Italia – hanno automatizzato le loro attività e condotto il passaggio dell’Italia da una società fortemente agricola a una moderna economia manifatturiera e basata sui servizi”.

“Bresciani è solo una delle decine di imprenditori settuagenari e ottuagenari di Bergamo, e della regione Lombardia, che sono morti a causa del coronavirus”. Con la scomparsa di un’intera generazione imprenditoriale il Wall Street Journal conclude interrogandosi sul futuro delle aziende, rimaste senza il loro fondatore, e sulla delicatezza e le criticità del passaggio generazionale.

Vuoi leggere Bergamonews senza pubblicità?
Iscriviti a Friends! la nuova Community di Bergamonews punto d’incontro tra lettori, redazione e realtà culturali e commerciali del territorio.
L'abbonamento annuale offre numerose opportunità, convenzioni e sconti con più di 120 Partner e il 10% della quota di iscrizione sarà devoluta in beneficenza.
Scopri di più, diventiamo Amici!
leggi anche
Marino Bresciani
Spirano
Addio a Mario Bresciani, capitano d’industria delle calze
alessandro somaschini
La candidatura
Somaschini, un bergamasco per la vicepresidenza nazionale dei Giovani di Confindustria
Generico maggio 2020
L'accordo
“Finanza Subito”, Confindustria e banche del territorio insieme per la Fase 2
carlo bonomi confindustria
Il voto
È Carlo Bonomi il presidente designato di Confindustria
industria
L'appello
Coronavirus, Confindustria del Nord: “Salute primo obiettivo, ma ora fate ripartire le attività”
formenti
Formenti di medolago
Daniele e Stefano, giovani imprenditori e… una storia di ordinaria bergamaschità
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI