Ore di apprensione a Castione della Presolana: si cerca villeggiante disperso - BergamoNews
A bratto

Ore di apprensione a Castione della Presolana: si cerca villeggiante disperso

Lucchelli è uscito di casa nella mattinata di domenica 21 giugno e non ha più fatto rientro.

Sono ore di apprensione in Val Seriana per Elio Lucchelli, 79enne villeggiante di Bratto, una frazione di Castione della Presolana.

Lucchelli è uscito di casa nella mattinata di domenica 21 giugno, attorno alle 9, e non ha più fatto rientro.

Immediato l’allarme: la macchina operativa per le ricerche è in corso.

Il primo cittadino di Castione, Angelo Migliorati, ha lanciato un allarme anche tramite la sua pagina Facebook invitando chiunque avesse notizie a segnalare immediatamente ai carabinieri di Clusone (034689800), oppure al Corpo Volontari Presolana-Protezione Civile.

Al momento della scomparsa l’uomo indossava una camicia, un golfino, jeans e scarpe scure: non ha con sè il cellulare.

 

leggi anche
  • L'assemblea
    Confcooperative Bergamo, Giuseppe Guerini riconfermato presidente
    Giuseppe Guerini
  • La presentazione
    Torna l’Atalanta, 113 giorni dopo Lecce: Sassuolo “casalingo”, ma libero di mente
    Sassuolo-Atalanta
  • I dati
    Coronavirus, 128 nuovi casi in Lombardia: 24 a Bergamo
    covid 21 giugno 2020
  • Il passaggio
    Dopo Carretta anche Stefano Togni della lista Gori entra in Azione di Calenda
    togni calenda
  • La tragedia
    Trezzo sull’Adda, si tuffa per salvare la figlia: muore papà 47enne
    Sommozzatori
  • Annuncio shock
    Bonate Sopra: cancellato trasporto scolastico per il prossimo anno, le famiglie protestano
    Bimba dimenticata sullo scuolabus
  • Valseriana
    Castione, proseguono le ricerche del villeggiante Elio Luchelli
    ricerche Castione
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it