Quantcast
Monopattini in sharing, 6 offerte per il servizio: ne resteranno al massimo due - BergamoNews
A bergamo

Monopattini in sharing, 6 offerte per il servizio: ne resteranno al massimo due

Si è chiusa nelle scorse ore la gara per l'aggiudicazione del servizio di sharing: una delle 6 proposte in corso di valutazione perchè potrebbe essere stata depositata fuori tempo massimo.

Sei offerte, da altrettante società, per la gestione del servizio di monopattini in sharing della città di Bergamo.

Il bando, approvato dalla giunta lo scorso 21 maggio, si è chiuso nelle scorse ore e ha visto un’ampia partecipazione: la prossima settimana un’apposita commissione aprirà le buste e valuterà le offerte nel giro di massimo trenta giorni, per poi arrivare alla concessione della licenza.

Tra le sei proposte ne verranno selezionate al massimo due, in modo da garantire alla città un minimo di 400 e un massimo di 1.400 mezzi: in corso di valutazione, però, la validità di una delle offerte, arrivata in corrispondenza della scadenza e che dunque potrebbe non essere stata depositata in tempo utile.

Il bando prevedeva una copertura minima del servizio di 14 chilometri quadrati, a grandi linee gli stessi della BiGi di centro e semicentro, ma l’ampliamento di tale area è anche il punto più premiante dell’intera gara (fino a 35 punti su 100): “Abbiamo chiesto che siano necessariamente compresi alcuni luoghi chiave – aveva spiegato l’assessore Stefano ZenoniLa stazione, Porta Nuova, l’ospedale, la stazione inferiore della funicolare. Su città alta, invece, abbiamo fatto un altro ragionamento: ok alla circolazione sul perimetro esterno delle mura, via Fara, la sede universitaria di Sant’Agostino e fino a Colle Aperto, divieto assoluto nelle vie interne. Il fatto di premiare molto l’ampliamento dell’area di copertura è perchè vogliamo stimolarli ad arrivare in tutti i quartieri”.

Tra gli altri criteri del bando anche le caratteristiche tecniche dei veicoli o la capacità di limitare la velocità degli stessi in particolari contesti cittadini, l’essere già attivi in altre città, la messa a disposizione di una piattaforma di dati in tempo reale, le tariffe vantaggiose e le promozioni tariffarie su base giornaliera, settimanale, mensile o annuale.

Altro criterio premiante in fase di gara, la possibilità di regolare la sosta dei mezzi da remoto in modo molto preciso, così da creare delle postazioni di parcheggio virtuali.

L’idea del Comune è quella di attivare il servizio ai primi di luglio, rendendo il servizio disponibile per l’estate.

 

 

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
leggi anche
monopattini
Della bit mobility
A Bergamo i primi 300 monopattini elettrici a noleggio
viscardi
Il primo giro
Luca Viscardi: “Ho provato il monopattino a noleggio. Comodo, semplice, mettete il casco”
monopattino
Mobilità sostenibile
Monopattini: a Bergamo più di 36mila noleggi, pochi incidenti e 73 sanzioni
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI