BergamoNews it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Sebino Fire and Security debutta in Borsa e raccoglie 3,6 milioni di euro fotogallery

Sebino Fire and Security porta a 127 il numero delle società attualmente quotate su AIM Italia di Borsa Italiana.

Nella giornata di venerdì 19 giugno Borsa Italiana dà il benvenuto su AIM Italia a Sebino Fire and Security, impresa di Madone associata a Confindustria Bergamo, azienda attiva nella progettazione, installazione e manutenzione di sistemi integrati per la rivelazione e l’estinzione di incendi e di sistemi integrati di sicurezza.

Si tratta della seconda ammissione sul mercato dedicato alle piccole e medie imprese di Borsa Italiana da inizio anno, che porta a 127 il numero delle aziende attualmente quotate su AIM Italia. In fase di collocamento Sebino Fire and Security ha raccolto 3,6 milioni di euro. Il flottante al momento dell’ammissione è del 11,9% (13,4% in caso di integrale esercizio dell’opzione greenshoe) e la capitalizzazione è pari a 26,1 milioni di Euro (26,6 milioni di Euro in caso di integrale esercizio dell’opzione greenshoe).

La società è stata assistita da Integrae Sim in qualità di Nomad e Specialist. In occasione dell’inizio delle negoziazioni Barbara Lunghi, Head of Primary Markets di Borsa Italiana, ha commentato: “Siamo felici di dare oggi il benvenuto su AIM Italia a Sebino Fire and Security, azienda leader nel suo settore che porta a 127 il numero di società attualmente quotate su AIM Italia, che oggi si dimostra un canale sempre più importante per la raccolta dei capitali per le piccole e medie imprese. Siamo convinti che la quotazione su AIM Italia consentirà alla società di accedere a nuove risorse necessarie per accelerare il proprio percorso di crescita, espansione e consolidamento del proprio brand”. 

Gianluigi Mussinelli, Amministratore Delegato di Sebino Fire and Security, ha dichiarato: “Il nostro approdo di oggi sul mercato AIM è una prova della determinazione di una PMI italiana, in terra bergamasca, che non è stata fermata dal Covid-19, e che vuole rappresentare, in questi momenti difficili ed incerti, un simbolo di coraggio e della volontà di una azienda e dei suoi collaboratori di determinare il proprio futuro, coinvolgendo in questo, la parte più lungimirante ed attiva del nostro Paese. Quello di oggi non è un traguardo, ma il primo passo di un cammino di nuovi progetti e crescita che da sempre perseguiamo con forza e determinazione, per condividerne i risultati con i nostri collaboratori e partner ed il mercato”.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.