BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Omicidio di Yara, 6 anni fa l’arresto di Bossetti nel cantiere di Seriate fotogallery video

Il carpentiere di Mapello fu poi condannato all'ergastolo: una sentenza che fa ancora discutere come dimostra la polemica di questi giorni in Regione

Sono passati sei anni dall’arresto di Massimo Giuseppe Bossetti per l’atroce delitto di Yara Gambirasio, la tredicenne di Brembate di Sopra scomparsa la sera del 26 novembre 2010 e ritrovata priva di vita tre mesi dopo in un campo di Chignolo d’Isola.

Il 16 giugno 2014, nel cantiere di Seriate dove stava lavorando, veniva arrestato quello che la Legge ha giudicato il suo assassino. Bossetti, un muratore bergamasco di Mapello, con una moglie e tre figli. Insospettabile, fino a quel giorno. Proprio per questo la notizia del suo fermo aprì un altro capitolo sconvolgente della vicenda.

Alla fine l’uomo fu condannato all’ergastolo in primo grado, in Appello e pure in via definitiva in Cassazione. Una sentenza che ancora oggi fa discutere e divide l’opinione pubblica, come dimostra l’intervento nei giorni scorsi  su Bergamonews di Elisabetta Aldrovandi, Garante per le vittime di reato di Regione Lombardia, che aveva parlato di “condanna dubbia”.

Un’intervista che ha suscitato polemiche anche in Regione, che a sua volta è intervenuta per prendere le distanze da quelle parole e per esprime il proprio rammarico alla famiglia Gambirasio.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.