Quantcast
Didattica a distanza, a Bergamo donati altri 110 tablet alle famiglie in difficoltà - BergamoNews
Tuttinrete

Didattica a distanza, a Bergamo donati altri 110 tablet alle famiglie in difficoltà

La donazione, effettuata dall'associazione Mille Respiri, si aggiunge ai 40 dispositivi che sono stati consegnati nei mesi scorsi

A Bergamo la solidarietà continua anche nella fase 2 dell’emergenza Coronavirus. Grazie all’impegno dell’associazione Mille Respiri, sono stati consegnati altri 110 tablet alle famiglie della città che si trovano in difficoltà: l’obiettivo è permettere ai loro figli di svolgere didattica a distanza.

La donazione, effettuata nell’ambito del progetto “Tuttinrete”, si aggiunge ai 40 dispositivi che sono stati consegnati nei mesi scorsi dal sodalizio, che raggiunge il traguardo dei 150 devices.

L’iniziativa si affianca e si inserisce in una progettualità più ampia, un’azione corale che in città ha coinvolto diversi soggetti: scuole, Caritas, associazioni e Comune. L’amministrazione comunale ha effettuato un acquisto massiccio di strumenti e di connessioni da mettere a disposizione, in comodato d’uso, delle famiglie in condizioni di maggiore fragilità economica perché i bambini e i ragazzi potessero partecipare alla didattica a distanza, relazionarsi con insegnanti e compagni e proseguire il percorso scolastico anche per il periodo estivo.

Grazie all’aiuto della Protezione civile, sono stati consegnati 240 devices direttamente a domicilio degli alunni durante la fase del lockdown, e poi, nella fase 2, alle scuole statali della città che hanno provveduto a convocare per il ritiro le famiglie segnalate come bisognose di quest’aiuto.A tutti gli Istituti Comprensivi si è data la disponibilità di almeno 20 pc o tablet, numeri incrementati poi sulla base della popolazione scolastica dell’Istituto e della numerosità di situazioni di maggior fragilità.

Inoltre, sono state fornite circa 150 connessioni: 16 donate da Fastweb, attivate nelle abitazioni nelle quali è stato possibile l’accesso alla rete wifi, e più di 130 modem e sim, consegnate o insieme al tablet/pc o, in alcuni casi, a chi, avendo già un dispositivo di proprietà, aveva solo problemi di connessione.

L’assessore all’istruzione, Loredana Poli ha evidenziato: “A partire dal riconoscimento del diritto all’istruzione per tutti e della necessità di non lasciare indietro nessuno, ci siamo attivati sin da subito per rispondere a tutte le situazioni di bisogno e intervenire il più tempestivamente possibile. Nonostante l’acquisizione e distribuzione così massiccia di dispositivi abbia richiesto necessariamente tempi più lunghi, a causa di difficoltà legate alla consegna delle forniture, in 7 dei 9 Istituti Comprensivi statali della città siamo riusciti a dare risposta a tutte le richieste pervenute”.

“Oggi, – ha aggiunto l’assessore Poli – grazie alla straordinaria donazione dell’Associazione Mille Respiri, con il progetto Tuttinrete, e al suo promotore Carlo Pedrali, possiamo complessivamente contare su 150 tablet, 40 già consegnati negli scorsi mesi a cui si aggiungono i 110 di oggi, da dare a quelle famiglie della città individuate dal Servizio Minori e Famiglie e dai servizi educativi del Comune di Bergamo”.

“Dalla fine di aprile – ha raccontato Carlo Pedrali dell’associazione Mille Respiri – abbiamo attivato il progetto Tuttinrete per la raccolta e l’acquisto di computer portatili e tablet da destinare ai progetti di didattica a distanza. Sono stati oltre 400 i devices recuperati da donazioni di cittadini o direttamente acquistati per aiutare gli studenti di Bergamo e Monza più in difficoltà durante il lockdown. Gli strumenti sono stati dotati della connettività necessaria per le lezioni con l’utilizzo di router portatili forniti in collaborazione con Vodafone, l’agenzia business My Way e il contributo del Consorzio Vero Volley. Un servizio che sarà garantito anche nei mesi estivi”.

“Centrali operative e “cuori” dell’attività – conclude Pedrali – sono state l’Arena di Monza e il laboratorio FabLab di Bergamo, luoghi rimasti attivi praticamente sette giorni su sette durante questo periodo di bisogno. È utile ricordare che è ancora possibile donare per contribuire all’iniziativa, sviluppata in collaborazione con le Amministrazioni comunali di Bergamo e Monza e le sezioni UCID– Unione Cristiana Imprenditori Dirigenti di Bergamo e Monza Brianza. Per informazioni millerespiriBG@gmail.com”.

Vuoi leggere Bergamonews senza pubblicità?
Iscriviti a Friends! la nuova Community di Bergamonews punto d’incontro tra lettori, redazione e realtà culturali e commerciali del territorio.
L'abbonamento annuale offre numerose opportunità, convenzioni e sconti con più di 120 Partner e il 10% della quota di iscrizione sarà devoluta in beneficenza.
Scopri di più, diventiamo Amici!
Più informazioni
leggi anche
Estate 2020
A bergamo
Pedrini-Boni, i burattini, Donizetti… Ecco “Restiamo in scena-Estate duemilaEventi”
mascherina coronavirus
Olimpiadi del cuore
A Bergamo donati 15mila euro e 25mila mascherine per le famiglie in difficoltà
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI