Quantcast
Test gratuiti a Bergamo: il sindaco di Treviglio se la prende, ma il Pd attacca lui - BergamoNews
La polemica

Test gratuiti a Bergamo: il sindaco di Treviglio se la prende, ma il Pd attacca lui

L'amarezza di Juri Imeri: "Non ne hanno mai parlato ai tavoli istituzionali, potevano coinvolgerci". E dall'opposizione arriva la frecciata di Laura Rossoni: "L'amministrazione pensi a replicare l'iniziativa"

Non è piaciuta al sindaco di Treviglio Juri Imeri l’iniziativa presentata giovedì 11 giugno da Comune di Bergamo e Regione Lombardia. O meglio, non ha apprezzato il modo in cui è stato partorito il progetto che porterà 50mila cittadini a effettuare i test sierologici in modo gratuito: “Sia io che gli altri colleghi sindaci del consiglio di rappresentanza abbiamo scoperto questa iniziativa leggendola sui giornali – spiega il primo cittadino -. La domanda sorge spontanea: perché nessuno ne ha mai parlato ai tavoli istituzionali? Avremmo potuto essere coinvolti anche noi se c’erano questi esami a disposizione”.

leggi anche
Test sierologici
Per 5 settimane
Per i cittadini di Bergamo 50mila test sierologici gratuiti: come fare

“Se Humanitas, Habilita e altri privati avevano intenzione di fare questo investimento potevano estendere il progetto anche al di fuori della città di Bergamo – continua Imeri -, l’avremmo preso in considerazione. La modalità scelta, invece, non l’ho trovata molto corretta. A Treviglio restiamo comunque scettici di fronte a queste campagne massive che non danno la priorità ad alcune categorie che, anche durante il lockdown, hanno dovuto continuare a lavorare”.

leggi anche
test habilita
Il progetto
Test sierologici gratuiti in città, già 4.342 prenotazioni in mezza giornata
leggi anche
prelievo sangue
La polemica
Test gratuiti in città, Cisl: “Over 64 esclusi, dal dramma non si è imparato nulla”

Ma dalla minoranza arriva la classica frecciatina: il capogruppo del Partito Democratico al consiglio comunale di Treviglio Laura Rossoni, che a fine maggio aveva presentato una mozione (bocciata) che proponeva proprio l’avvio dei test sierologici sul territorio, torna a farsi sentire. “L’iniziativa di Bergamo e della Val Seriana può essere replicata anche da noi, serve solo la volontà politica di farlo – attacca -. Siamo consapevoli del fatto che il nostro è un progetto impegnativo, che richiede il coinvolgimento di un laboratorio abilitato, l’individuazione di spazi idonei all’aperto e un numero considerevole di volontari per la gestione del flusso delle persone da testare. Ma il caso di Bergamo dimostra che tutto questo non è fantascienza”.

“L’amministrazione comunale tace e latita – continua Rossoni -. Il sindaco di Bergamo, invece, ha capito che solo con un’indagine seria tra la popolazione è possibile emergere gli asintomatici, bloccare i contagi e avere informazioni utilissime per prevenire il possibile ritorno della malattia: per questo ha messo a disposizione diversi luoghi in città attrezzati per i prelievi e da lunedì 15 giugno verranno effettuati 2mila test al giorno, con la garanzia del tampone entro 48 ore per i positivi. Come ripetiamo oramai da oltre un mese, anche Treviglio deve organizzarsi per garantire ai suoi cittadini il test sierologico gratuito e l’eventuale tampone per i positivi in tempi certi. Ma l’amministrazione sostiene che deve attenersi alle regole sanitarie dettate da Regione Lombardia e Ats, quindi resta ferma”.

“Questa iniziativa serve anche a Treviglio. Solo così – conclude Laura Rossoni – l’amministrazione comunale può avere a disposizione dati fondamentali per la gestione e la prevenzione del contagio e potrà intervenire attivamente per la tutela dei suoi cittadini”.

 

Vuoi leggere Bergamonews senza pubblicità?
Iscriviti a Friends! la nuova Community di Bergamonews punto d’incontro tra lettori, redazione e realtà culturali e commerciali del territorio.
L'abbonamento annuale offre numerose opportunità, convenzioni e sconti con più di 120 Partner e il 10% della quota di iscrizione sarà devoluta in beneficenza.
Scopri di più, diventiamo Amici!
leggi anche
Coronavirus Areu Bergamo
I dati inail
Coronavirus, Bergamo città martire anche per i decessi sul lavoro: 25
Sierologico
I dati
San Giovanni Bianco: il 39% dei testati ha avuto il Covid, lo 0,7% è ancora positivo
Generico giugno 2020
Asst bergamo est
Ridotta perfusione sanguigna nel distretto polmonare: scoperta anti-Covid a Seriate
PD
Pd
Feste dell’Unità in Bergamasca, si lavora per agosto
Aiuti economici famiglia
Bassa
Treviglio, 50mila euro per sostenere le famiglie messe in difficoltà dal Covid
giovani
Bassa
“I tre milioni e mezzo ricevuti dal Comune? Treviglio investa sui giovani”
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI