Valgoglio, frana interrompe la strada per Novazza: alcune zone senza elettricità - BergamoNews
Val seriana

Valgoglio, frana interrompe la strada per Novazza: alcune zone senza elettricità fotogallery

La frazione resta collegata grazie alla strada alternativa che passa sul territorio di Ardesio

Una consistente frana ha colpito ancora una volta i paesi dell’Alta Valle Seriana. L’episodio si è verificato nella serata di domenica 7 giugno a Valgoglio. Intorno alle 19, a causa delle abbondanti piogge, terra e detriti hanno completamente invaso la strada che porta alla frazione Novazza. Sul posto sono tempestivamente giunti gli operatori della Croce Blu di Gromo.

La strada è stata immediatamente chiusa al traffico.

Fortunatamente Novazza non è isolata grazie alla strada alternativa che passa attraverso la frazione Bani di Ardesio.

La corrente elettrica è al momento assente e, per contrastare il disguido, sono attivi dei generatori della società Enel. Alcune zone più isolate, fornite da un’altra linea, sono comunque senza elettricità: in questo caso sono preziosi i generatori della Croce Blu di Gromo che permettono a un ristorante e a una famiglia di ricevere corrente.

I tralicci danneggiati dalla frana di domenica sera

Nella mattinata di lunedì 8 giugno si è svolto un primo sopralluogo. I tecnici della Regione sono attesi per la giornata di martedì 9, dopo di che prenderanno il via i lavori di messa in sicurezza.

Più informazioni
leggi anche
  • Servono interventi mirati
    Valbrembana e Valle Imagna: dopo le frane i sindaci chiedono aiuto e investimenti
    frana val brembilla giugno 2020
  • La tragedia
    Frana a Chiesa di Valmalenco: 3 morti, anche una bimba; al Papa Giovanni bambino ferito
    frana chiareggio chiesa di valmalenco (Valsassina news)
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it