BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Storie di papi e di santi sulla piattaforma streaming: da Bergamo nasce Vativision

Il canale verrà lanciato lunedì 8 giugno

Lunedì 8 Giugno sarà lanciata Vativision, una nuova piattaforma digitale di streaming a tema cristiano. La sfida è ambiziosa, inserirsi nel mercato in cui sono presenti colossi dell’intrattenimento come Netflix, Prime Video e Disney+.

Lo sviluppo del progetto è iniziato circa un anno fa dall’unione di realtà made in Italy: Officina della Comunicazione, azienda storica nel campo delle produzioni cinematografiche con sede a Bergamo, e Vetrya, società focalizzata sul settore digital. L’idea che sta dietro a questa iniziativa è di raccogliere e distribuire la maggior quantità possibile di produzioni multimediali in campo artistico, culturale e religioso. Ci sarà spazio per film, documentari e serie tv. Verranno anche proposte alcune produzioni originali Vativision.

La piattaforma non sarà solo “italiana” ma presente in tutto il mondo, a partire da lunedì: “La carta vincente di questo servizio sarà il contatto con il pubblico – dice Luca Tomassini, CEO di Vetrya, società che si occupa della distribuzione -. La popolazione cattolica nel mondo supera il miliardo di persone, 500 milioni in soli sette paesi. La rete internet è la nuova fonte da cui formarsi e informarsi, questo concetto è importantissimo perché inquadra il tipo di comunicazione che vogliamo offrire. Vativision sarà multiscreen, quindi si potrà accedere tramite smartphone, tablet, smart tv e computer. Da qualsiasi device, in ogni parte del mondo”.

Vativision

Non sarà disponibile nessun tipo di abbonamento, i contenuti potranno essere acquistati singolarmente in pay-per-view, tramite transazione con carte di credito anche digitali o addebito telefonico.

“Vativision nasce dall’esigenza di dare alle produzioni vita più lunga rispetto ai network tradizionali – spiega Nicola Salvi, amministratore delegato insieme a Elisabetta Sola della piattaforma -. I format on demand sono l’evoluzione dei canali di informazione abituali, che comunque si ritagliano un ruolo importante. Ci piace l’idea di poter dare nuovi stimoli, con contenuti che le persone non riescono a trovare nelle altre piattaforme streaming”.

Vativision è un’iniziativa laica, nata da un’idea imprenditoriale e sviluppata da cattolici. Il vaticano non definisce la linea editoriale né ha un ruolo di censore. Come puntualizzato da Paolo Ruffini, prefetto del dicastero vaticano per la comunicazione, “la chiesa guarda con favore a questa iniziativa, siamo soddisfatti che mettano nel loro catalogo le nostre produzioni”.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.