Covid

Azienda bergamasca produce sacchi per gettare mascherine, guanti e DPI

Viplastic ha sviluppato i "DPI bag", una nuova tipologia di sacco per la raccolta in sicurezza dei presidi di protezione individuale

Ogni giorno per tutelare la salute delle persone vengono usate moltissime mascherine, guanti monouso e altri dispositivi di protezione individuale, soprattutto da quando hanno riaperto le aziende, gli uffici e i negozi.

Una volta utilizzati, vanno inseriti nella raccolta indifferenziata avendo cura di adoperare sacchi doppi o tripli possibilmente resistenti (uno dentro l’altro) per evitare che possano rompersi e avere dispersioni. Lo ha segnalato l’Istituto Superiore di Sanità fra le indicazioni per contrastare la diffusione della pandemia da Covid-19.

Per rispondere alla necessità di gestire in sicurezza e smaltire correttamente i presidi, Viplastic, azienda bergamasca esperta nella lavorazione di materie plastiche, ha sviluppato i “DPI bag“, una nuova tipologia di sacco specifica per questi rifiuti sui luoghi di lavoro. I titolari, Michela Consonni e Gianpietro Belometti, spiegano: “Questi sacchi vengono prodotti con polimeri ad alta resistenza e hanno uno spessore di 100 micron, più del doppio di quelli normalmente reperibili sul mercato o distribuiti alle imprese dai gestori della raccolta rifiuti. In questo modo tutto risulta più comodo e veloce: si evita l’utilizzo di più sacchi e il rischio che vengano rotti da animali, ma viene garantita anche maggior sicurezza ai dipendenti e all’interno dell’azienda”.

“Per quanto riguarda il colore – aggiungono i titolari – abbiamo pensato di scegliere l’arancione per distinguerli dagli altri. Inoltre, riportano la scritta ‘Dispositivi di protezione’ per agevolarne l’uso all’interno delle imprese. Sono disponibili nei due formati standard di 60 e 110 litri, ma su ordinazione capienza, colore e scritta sono personalizzabili”.

Alla sede di Viplastic a Telgate in via Lombardia, 70 sono disponibili in diversi quantitativi per soddisfare le esigenze delle aziende più grandi ma anche di quelle più piccole.

Anche i Comuni possono approvvigionarsi e distribuirli ai cittadini.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
leggi anche
mascherine coronavirus (foto Macau Photo Agency by Unsplash)
Lombardia
Via l’obbligo di mascherina all’aperto da oggi, 15 luglio? Fontana aspetta il decreto del Governo
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI