BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

In bicicletta da Bergamo a Milano, sulle orme di Leonardo e dei grandi architetti

Sguardo da architetto, pedalata morbida e grande degustatore: Nicola Eynard in questa puntata ci porta da Bergamo a Milano in bicicletta. Il suo video non manca di riservare sorprese

Il sorriso di Monnalisa non vi distolga, osservate bene il paesaggio e scoprite un fiume caro a noi bergamaschi: l’Adda. Lontano dai disagi quotidiani dei viaggi dei pendolari, oggi parliamo di una nuova tratta sulle due ruote: Bergamo-Milano. A farci da Cicerone in sella alla sua bicicletta è l’architetto Nicola Eynard.

Attraversato l’Adda si scopre il Naviglio e poi ancora le cascine che raccontano con le loro pietre illustri ospiti, i paesaggi lombardi lambiti dai corsi d’acqua, i giardini e fino a quando il Naviglio cede al cemento – tanto odiato da Celentano – che si è inghiottito il canale per lasciare spazio ai palazzi. Pedalata dopo pedalata si arriva a viale Melchiorre Gioia che ci porta alla scoperta del grattacielo che oggi ospita la sede della Regione Lombardia. Poco lontano le Varesine con i suoi nuovissimi grattacieli ammirati in lontananza al tramonto dalle Mura di Città Alta: eccoli qui. Maestosi, moderni e molto “green”.

I due palazzi Montecatini - Foto di Stefano Ruzzante
Vista complessiva dei due palazzi Montecatini [Foto di Stefano Ruzzante]

Per chi ama l’architettura Milano offre palazzi davvero incantevoli – la Ca’ Bruta di Giovanni Muzio la sede della società Montecatini progettata da Giò Ponti -, si possono ammirare mentre tra una pedalata e l’altra si arriva in Galleria Vittorio Emanuele e in piazza Duomo.

Qui la citazione di un celebre film di Totò è d’obbligo: “Ma voi da dove venite? Dalla Val Brembana?”. Beh, in effetti…

Per tornare a Bergamo si può ripercorrere il tracciato dell’andata, il treno o… come “Miracolo a Milano”, il celebre film di Vittorio De Sica, in sella ad una scopa di saggina.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.