BergamoNews it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Commissione d’inchiesta emergenza sanitaria: Patrizia Baffi si dimette da presidente

Dopo le dimissioni dalla Commissione rassegnate venerdì scorso dai componenti del Partito Democratico, nel primo pomeriggio di oggi erano state formalizzate anche le dimissioni dei componenti del Movimento 5 Stelle

“Poiché credo fermamente nell’importanza della Commissione d’Inchiesta, che avrà il compito di fare chiarezza sull’emergenza sanitaria che ha tanto segnato la nostra regione e le nostre vite e che dovrà anche portare all’avvio di un percorso di revisione della riforma sanitaria regionale, per sanare le carenze del sistema e superare le debolezze che sono emerse in questi mesi, con la presente rassegno le mie dimissioni dalla carica di Presidente a far data da oggi, nella speranza che ciò possa contribuire a ristabilire un clima favorevole allo svolgimento dell’importante lavoro che ci aspetta”.

È quanto scrive Patrizia Baffi (Italia Viva) in una lettera indirizzata al Presidente del Consiglio regionale Alessandro Fermi, con la quale annuncia e rassegna le sue dimissioni da Presidente della Commissione regionale d’inchiesta sull’emergenza Covid-19.

Dopo le dimissioni dalla Commissione rassegnate venerdì scorso dai componenti del Partito Democratico, nel primo pomeriggio di oggi erano state formalizzate anche le dimissioni dei componenti del Movimento 5 Stelle.

“Per il buon esito dei lavori della Commissione d’inchiesta – conclude Patrizia Baffi – ritengo fondamentale la partecipazione e il contributo diretto di tutti i rappresentanti delle minoranze, senza i quali non ha nemmeno senso avviare e far partire la Commissione”.

“Apprendiamo delle dimissioni di Patrizia Baffi – il commento del bergamasco Dario Violi, consigliere regionale del M5S Lombardia – , siamo lieti che abbia capito che non era possibile presiedere una Commissione d’inchiesta senza la presenza dei principali gruppi di minoranza.

Ringrazio Patrizia Baffi per il passo indietro e per il senso istituzionale. Invitiamo la maggioranza a mettere fine ai teatrini e a procedere con l’elezione di un nuovo Presidente che sia veramente espressione della volontà delle minoranze è che possa garantire totale trasparenza”.

”Una Commissione d’inchiesta così delicata ha bisogno di coesione soprattutto tra la minoranza – le parole del consigliere regionale bergamasco Niccolò Carretta (Azione) – . Il passo indietro, non scontato, della collega Baffi spero riporti la discussione su toni più concilianti. Ora le opposizioni tutte si siedano al tavolo e trovino la migliore soluzione possibile per garantire una presidenza senza polemiche e il più possibile garante del buon andamento dei lavori, nel solo interesse di far chiarezza con responsabilità”.

“Le dimissioni di Patrizia Baffi dalla guida della Commissione d’inchiesta regionale sulla gestione dell’emergenza Covid sono doverose- ha aggiunto il segretario provinciale del PD Davide Casati – . Questo è l’unico modo per far sì che si possa ripartire con il piede giusto, superando questo episodio e valorizzando il ruolo della Commissione. L’auspicio è che il nuovo Presidente eletto sia quello indicato dalla minoranze, come da Statuto e nel pieno rispetto del ruolo che gli compete”.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.