BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Il consigliere regionale Niccolò Carretta entra in Azione, il partito di Calenda

“L’adesione ad Azione di Niccolò Carretta è una splendida notizia per il nostro movimento”, lo dichiarano in una nota congiunta Carlo Calenda e Matteo Richetti

Il Consigliere regionale di opposizione Niccolò Carretta, dopo aver collaborato in più occasioni negli ultimi mesi con il partito di Carlo Calenda e Matteo Richetti in Consiglio Regionale della Lombardia, ha scelto di aderire ufficialmente al progetto di Azione. Per Carretta si tratta di “un’opportunità di crescita e un gesto molto oltre il simbolico per riconoscere e condividere anche formalmente i valori del centrosinistra, le proposte e le battaglie che il partito sta portando avanti”.

“Sono molto felice – dichiara Carrettadi avere l’opportunità di mettere a disposizione di questo progetto liberal-democratico, credibile e serio la mia persona e il mio lavoro in Consiglio regionale. Sono sicuro che oltre alle battaglie sulla sanità, sull’economia e sui giovani che Azione porta avanti sin dalla sua nascita, e che condivido, avrò l’occasione di implementare il percorso regionale con sguardo che volge soprattutto alla revisione del sistema sanitario, alla sostenibilità ambientale e al miglioramento dei servizi di trasporto – tre temi, tra i tanti in Lombardia, sui quali è necessario un deciso cambio di passo.

“Auspico che – prosegue il Consigliere bergamasco –, con questo mio passaggio, possa aprirsi in provincia uno spazio aperto di dialogo e dibattito politico che rappresenti una seria alternativa alla deriva populista che l’area a cui faccio riferimento sta prendendo, e che mi preoccupa”.

“L’adesione ad Azione di Niccolò Carretta è una splendida notizia per il nostro movimento”, lo dichiarano in una nota congiunta Carlo Calenda e Matteo Richetti. “Niccolò è un amministratore appassionato e preparato, frutto del civismo migliore della Lombardia. Azione nasce per aggregare e valorizzare proprio esperienze come quella di Niccolò e di tutti coloro che fanno politica per servizio, e senza perdere rapporto con il territorio e il bisogno delle persone. In questi mesi abbiamo lavorato insieme migliorando i provvedimenti della Regione Lombardia sul fronte dell’emergenza sanitaria ed economica. Ora lo faremo dentro lo stesso partito e con il coinvolgimento di tutti i gruppi territoriali di Azione”, concludono.

“L’emergenza sanitaria in corso e quella economica alle porte impongono scelte coraggiose e competenze al servizio della propria comunità e in un momento così delicato per il nostro Paese, e soprattutto per Bergamo, sento il dovere di fare un passo in più. Infine ci tengo a dire che, L’Associazione InNova Bergamo, di cui sono orgogliosamente Presidente, continuerà a lavorare come sempre, rappresentando un think tank sempre più aperto alle diversità all’interno di una cerchia di valori ben identificati e identificabili, impegnato sul fronte urbano, così come evidentemente continuerà l’esperienza amministrativa e virtuosa della Lista Civica Giorgio Gori Sindaco, a cui devo gran parte della mia formazione politica, e che è costituita da un ottimo gruppo di Assessori e Consiglieri Comunali veri cittadini per passione”.

“Ringrazio la collega Elisabetta Strada, del gruppo Lombardi Civici Europeisti, con cui ho condiviso due anni di battaglie tra i banchi dell’opposizione e con cui sono sicuro proseguiremo una virtuosa collaborazione civica; mentre a tutti coloro che sono già in Azione e che raggiungo con entusiasmo auguro buon lavoro auspicando che tanti amministratori locali scelgano presto di avvicinarsi al progetto”.

Mariasole Mascia e Giancarlo Pignone (Coordinatori Regionali Azione): “Siamo felici per l’adesione ad Azione del consigliere Carretta con il quale e’ già cominciato un lavoro intenso e proficuo sui temi regionali e non solo. La sua presenza darà voce alle tante proposte che arrivano dai territori e su cui i nostri tavoli tematici stanno già lavorando e dara’ maggiore slancio e forza alla costituzione di un polo liberale di cui l’attuale scenario politico ha bisogno per rompere il dualismo tra populisti e sovranisti”.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.