BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Martedì 2 giugno, attesi forti temporali nel tardo pomeriggio

Si raccomanda particolare attenzione per quanto riguarda le eventuali attività all’aperto

Più informazioni su

Secondo il Centro Meteorologico Lombardo nel tardo pomeriggio di oggi, martedì 2 giugno, si attende l’innesco di temporali localmente di forte intensità, con associati colpi di vento e grandine anche di medie dimensioni.

Le aree a maggiore rischio comprendono la fascia prealpino-pedemontana bergamasco-bresciana (ore 17-19), con successiva propagazione dei fenomeni alle adiacenti pianure (ore 19-20), in declinazione meridiana verso est Milanese, Brianza, Lodigiano e Pavese orientale. In serata brevi rovesci o temporali sparsi, dalla localizzazione non predicibile, sono altresì possibili in buona parte delle restanti aree padane.

La tempistica dell’evento, che avrà luogo in fase vespertina di una giornata festiva soleggiata, dal clima già estivo, suggerisce particolare attenzione per quanto riguarda le eventuali attività all’aperto. Raccomandiamo la messa in sicurezza di eventuali strutture mobili ombreggianti (tende, teloni, ombrelloni, etc.). Ecco, magari anche l’auto in garage – per chi può permetterselo – non sarebbe uno scrupolo eccessivo.

Nota tecnica: non prendete la mappa allegata alla lettera. E’ utile esclusivamente come sintesi di massima. Milano città sarà verosimilmente coinvolta dai temporali in discesa dalla Bergamasca ed Est Brianza, anche se i fenomeni più intensi dovrebbero privilegiare i quartieri orientali della Città Metropolitana. Tuttavia, a prescindere dalle precipitazioni associate, forti raffiche di vento potrebbero comunque impegnare tutto il Capoluogo attorno alle ore 20. Insomma: anche laddove piovesse molto poco, il rischio di improvvisi colpi di vento è molto significativo.

Come di consueto vi consigliamo di monitorare l’evolversi delle celle temporalesche tramite il radar precipitazioni: http://cml.to/radar

Mercoledì 3 giugno si attende nuova attività temporalesca da metà pomeriggio e con più convinzione in serata, tuttavia concentrate più che altro a ridosso di Alpi, Prealpi e pedemontane di nord-ovest (Va-Co-Lc). Le correnti portanti ruoteranno infatti da sud-ovest, antipasto di una perturbazione corposa nella giornata di giovedì 4, con rovesci diffusi che avranno massima espressione nei settori settentrionali (molto meno coinvolte e basse pianure). Torneremo presto sull’argomento.

Come tendenza generale, con ogni probabilità, la prima metà del mese di giugno ci mostrerà un tipo di tempo marcatamente instabile, spesso piovoso – specie sui rilievi – e senza eccessi termici, per la gioia di chi già trema all’idea della caldazza estiva. Le lucertole portino pazienza: la calura estiva, nel nostro clima del terzo millennio, è praticamente l’unica cosa che non tradisce (quasi) mai.

© Riproduzione riservata

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.