Quantcast
Flash mob della Lega a Bergamo, Calderoli: "Governo di dilettanti allo sbaraglio" - BergamoNews
2 giugno

Flash mob della Lega a Bergamo, Calderoli: “Governo di dilettanti allo sbaraglio” fotogallery video

Il vicepresidente del Senato: "La festa della Repubblica non deve diventare il funerale della Repubblica"

Una protesta silenziosa. È questa la parola d’ordine del flash mob della Lega e di alcuni parti di opposizione nel giorno della Festa della Repubblica.

Vari esponenti locali e nazionali si sono dati appuntamento martedì mattina alle 11 in via XX Settembre a Bergamo per manifestare contro il Governo. Gli slogan sui cartelli chiedono iniziative chiare: “Burocrazia zero”, “Flat tax e fiducia alle imprese” e “Stop alla sanatoria dei clandestini”.

L’unico a prendere parola è stato il vicepresidente del Senato Roberto Calderoli che ha attaccato l’esecutivo con durezza: “La festa della Repubblica non deve diventare il funerale della Repubblica, abbiamo un Governo che sta facendo morire il paese. C’è sempre la persona sbagliata nel posto sbagliato, non risolvono niente.

Questo Governo che vanta di aver messo in pista 80 miliardi, che sarebbero quattro manovre finanziarie, soldi che nessuno e indirizzati a pioggia modello reddito di cittadinanza per non far lavorare la gente, miliardi promessi o millantati che così non creano lavoro, non lo rilanciano, non fanno ripartire le imprese.

Non sono queste le risposte che servono alla nostra economia e alle nostre imprese: noi abbiamo fatto una serie di proposte che nessuno ha voluto ascoltare.

Siamo in ginocchio e vogliamo che le soluzioni che come Lega e come centrodestra abbiamo proposto per far rialzare il Paese siano prese in considerazione e ascoltate da chi sta al Governo”.

Generico giugno 2020

Oltre alla Lega, in piazza anche Cambiamo con Toti. “Con la nostra presenza vogliamo far sentire la nostra voce anche a Bergamo per sostenere le categorie produttive del territorio: basta aspettare invano le promesse del governo, servono azioni concrete per superare la crisi”, spiega il il deputato bergamasco Stefano Benigni.

“Vogliamo dare voce ai tanti italiani discriminanti dai pregiudizi ideologici di un governo che rema contro il mondo produttivo. Insieme alla nostra gente e con i loro suggerimenti costruiremo un percorso di cui intendiamo essere il megafono in Parlamento contro la persecuzione della burocrazia e delle tasse per uscire il prima possibile da questo momento di enorme difficoltà”, conclude.

Con loro anche Forza Italia guidata dalla senatrice bergamasca Alessandra Gallone.

Generico giugno 2020
Vuoi leggere Bergamonews senza pubblicità?
Iscriviti a Friends! la nuova Community di Bergamonews punto d’incontro tra lettori, redazione e realtà culturali e commerciali del territorio.
L'abbonamento annuale offre numerose opportunità, convenzioni e sconti con più di 120 Partner e il 10% della quota di iscrizione sarà devoluta in beneficenza.
Scopri di più, diventiamo Amici!
leggi anche
Calderoli
Al senato
Election day: il Governo rischia e Calderoli, bocciato per 3 voti, s’arrabbia
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI