BergamoNews it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Covid, la farmacista che ha perso il papà: “I Gilet arancioni non hanno rispetto per noi”

Cristina Longhini: "Cosa pensano? Che piangiamo per qualcosa che non è stato?"

“Mi vergogno per loro e non hanno rispetto di tutte quelle vittime, di chi ha perso i propri cari – così Cristina Longhini, farmacista bergamasca che ha perso il papà per il coronavirus e che con altri ha creato il comitato Noi Denunceremo, rispondendo ai Gilet arancioni, che sostengono che il virus non esiste o che basta lo Yoga per curarlo

cristina longhini

“Cosa pensano? Che piangiamo per qualcosa che non è stato? – spiega Longhini in un video di A.news – . A noi la vita è stata distrutta, di mio padre resta solo un sacco dell’immondizia, non c’è più, era sano e io devo spiegare a mio figlio che il nonno non c’è più per il coronavirus.

Siamo bloccati all’inverno, l’estate è arrivata ma non ce ne siamo resi conto. Tutti gli altri sono dei frustrati e sono in piazza senza mascherina, senza rispetto per i morti. Voglio vedere se hanno il coraggio di ripresentarsi in piazza”.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.