BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Il decreto Rilancio spiegato in video: cassa integrazione e licenziamenti

Il decreto Liquidità illustrato dai professionisti dello Studio BNC per aiutare tutti nella comprensione delle nuove disposizioni.

Più informazioni su

Si rinnova l’appuntamento con i professionisti dello Studio BNC, che dopo averci accompagnato alla scoperta dei contenuti principali del decreto Cura Italia e del decreto Liquidità, ci illustrano ora i punti salienti del decreto Rilancio.

Come illustrato dalla dottoressa Consulente del Lavoro Sara Nicoli, diverse sono le novità in materia di cassa integrazione e licenziamenti introdotte a seguito del Decreto Rilancio del 19 maggio scorso.

Per i datori di lavoro che hanno ridotto o sospeso l’attività lavorativa per l’emergenza Covid-19 è prevista l’estensione del trattamento ordinario di integrazione salariale e di accesso all’assegno ordinario.

Il DL 34/2020 amplia la platea dei beneficiari di questa misura, che spetta a tutti i lavoratori in forza al 25 marzo 2020, con l’obbligo di consultazione d’esame congiunto con le rappresentanze sindacali. Cambiano anche le modalità di presentazione della cassa integrazione in deroga, che dovrà essere inviata all’INPS in modalità telematica.

In materia di licenziamento, il DL contiene un’estensione del divieto di licenziamento per 5 mesi, dal 17 marzo al 16 agosto 2020.

È previsto inoltre che il datore di lavoro che, nel periodo tra il 23 febbraio e il 17 di marzo, ha provveduto al licenziamento di un dipendente, per giustificato motivo oggettivo, può revocarlo presentando il trattamento di integrazione salariale. Il rapporto si intende così ripristinato, senza oneri o sanzioni.

© Riproduzione riservata

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.