BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Carabinieri in campo contro lo spaccio di stupefacenti: un arresto e una denuncia

Il bar di via Nazario Sauro dove è avvenuta la perquisizione rischia ora la chiusura.

I carabinieri di Romano di Lombardia nella tarda serata di venerdì 29 maggio si sono presentati in un noto bar di via Nazario Sauro, con loro anche i colleghi del Nucleo Cinofili di Orio al Serio.

L’intervento è tra i tanti previsti per porre fine alla commercializzazione di stupefacenti.
Nella serata di venerdì i militari dell’Arma hanno arrestato L.B. 30enne e denunciato all’autorità giudiziaria R.S., albanese di 23 anni. A seguito di perquisizione personale e domiciliare effettuate con l’ausilio del cane addestrato alla ricerca dello stupefacente, il 30enne arrestato è stato trovato in possesso di circa venti grammi tra hashish e marijuana, già suddivisi in dosi e custodite all’interno di barattoli, oltre che il materiale atto per il confezionamento e 300 euro, probabile provento dell’illecita attività di spaccio.

Il 23enne denunciato è stato trovato in possesso di due grammi di cocaina ed undici grammi di marijuana, oltre ad altro materiale per il confezionamento delle dosi e alla somma di 385
euro poste sotto sequestro con la droga.

L’arrestato, al termine delle formalità, è stato sottoposto agli arresti domiciliari in attesa dell’udienza di convalida avvenuta nella mattinata di sabato 30 maggio in videoconferenza da remoto con l’Autorità Giudiziaria che ha disposto la traduzione alla Casa Circondariale di Bergamo sussistendo l’aggravante dell’avvenuta illecita attività all’interno dell’esercizio pubblico per il quale, comunque, i militari dell’Arma procederanno a proporre la chiusura.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.