BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Senso unico in Corsarola, esordio positivo: domenica col bel tempo la prova del nove

Situazione sotto controllo sabato, ma la pioggia ha giocato forse un ruolo decisivo contro gli assembramenti: attenzione massima per la serata di domenica, con il senso unico che termina alle 20 e meteo favorevole.

Più informazioni su

Buona la prima, con riserva, per il senso unico lungo la Corsarola in città alta: sabato la situazione è filata quasi del tutto liscia, durante la giornata e in serata, quando la pioggia ha funzionato da deterrente per eventuali assembramenti.

Per l’esperimento, i cui risultati saranno valutati all’inizio della settimana, il Comune di Bergamo ha messo in campo Polizia Locale, volontari di VisitBergamo e anche il personale fiduciario (non armato) di Fidelitas, a cui sabato pomeriggio è stato chiesto d’urgenza di presidiare Piazza Vecchia e Piazza Pontida con un’attività di informazione e sensibilizzazione verso i cittadini, affinchè si attenessero a comportamenti rispetto di della norme anti-contagio.

Sabato la situazione è stata sotto controllo, anche grazie a condizioni meteo di certo non favorevoli per chi aveva in programma di trascorrere la serata all’aperto: al termine delle precipitazioni un po’ più di gente ha iniziato ad affollare le vie di città alta.

Qualcuno non troppo rispettoso delle distanze interpersonali e dell’utilizzo corretto della mascherina ma tutto sommato nulla di lontanamente paragonabile con le scene della scorsa settimana, alla vigilia della fine del lockdown.

Questa, forse, la difficoltà maggiore: educare a comportamenti corretti e ancora fondamentali per consentire di proseguire nella battaglia contro la diffusione del virus. Per farlo venerdì la Polizia Locale era anche stata costretta ad elevare le prime multe.

La vera prova, però, è attesa per domenica: dalle 11 alle 21 vale ancora il senso unico sperimentale sulla Corsarola, ma la bella giornata potrebbe portare dentro le mura molte più persone.

Sarà ancora più importante, dunque, il lavoro di sensibilizzazione da parte degli agenti della Locale, di Fidelitas e dei volontari, armati anche di cartine per informare i presenti dei percorsi alternativi consentiti a quello più classico di via Colleoni.

La speranza è che ci sia molta collaborazione da parte dei cittadini: la voglia di libertà e di tornare alle solite abitudini non può andare a discapito della sicurezza.

© Riproduzione riservata

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.