Maschere respiratorie d'emergenza: è boom di consegne per le valvole Charlotte Oldrati - BergamoNews
Villongo

Maschere respiratorie d’emergenza: è boom di consegne per le valvole Charlotte Oldrati

Ad oggi 6.500 unità già consegnate in Italia e molte hanno già raggiunto la Svizzera, Tunisia, Inghilterra, Bosnia Herzegovina e la Repubblica di San Marino

Il contributo di Oldrati Group nella lotta contro il Covid-19 continua e si estende oltre i confini nazionali a conferma di come, fare sistema, sia una scelta vincente e porti, come in questa situazione d’emergenza mondiale, a salvare più vite umane possibili.

Il gruppo internazionale, tra i più importanti nella produzione di manufatti in gomma, plastica e silicone, è tra gli attori coinvolti nell’innovativo progetto di trasformazione della maschera da snorkeling full face in una maschera respiratoria d’emergenza in grado di aiutare i malati di Covid-19.
Oldrati Group, grazie alla collaborazione vincente con tutte le realtà che hanno preso parte a questo progetto, si è occupata in tempi record della creazione dello stampo che permette di produrre su scala industriale, con stampaggio di plastica ad iniezione, la valvola Charlotte. Industrializzando questo processo, ha così reso pressoché nullo il rischio di produrre valvole difettate, non efficaci e quindi inutilizzabili.

oldrati valvole

Oldrati è un Gruppo internazionale tra i più importanti nella produzione di manufatti in gomma e plastica e silicone. Fondato a Villongo nel 1964, è presente in Italia e a livello internazionale con circa 11 siti produttivi, circa 1600 dipendenti e 155 milioni di euro di fatturato. La continua espansione del Gruppo si realizza con la progressiva integrazione di aziende ad elevato contenuto tecnologico e con la crescente internazionalizzazione.

Il Gruppo ha già consegnato 6.500 unità, in Italia le richieste sono pervenute da vari istituti sanitari presenti in Lombardia, Piemonte, Liguria, Toscana, Lazio, Marche, Abruzzo, Calabria, Sicilia, Sardegna e non solo.
A livello mondiale, Oldrati Group sta ricevendo numerose richieste di informazioni da Spagna Francia, Tunisia, Egitto, Kazakhstan e Nigeria e già svariate unità sono state inviate in Svizzera, Tunisia, Inghilterra, Bosnia Herzegovina e Repubblica di San Marino.

oldrati valvole

“L’entità mondiale della pandemia ha portato a una dimensione internazionale del progetto e siamo orgogliosi che, un’invenzione italiana frutto di collaborazione e innovazione, possa essere d’aiuto non solo nel nostro paese ma anche in tutto il mondo. Alcune delle valvole Charlotte stampate da Oldrati vengono anche studiate da centri di ricerca ed innovazione internazionali per contribuire al miglioramento e affinamento delle diverse soluzioni di emergenza che vengono sviluppate a livello internazionale. Questo è il vero spirito innovativo che anche il Gruppo Oldrati ha sposato da diversi anni” dichiara Manuel Oldrati, CEO del Gruppo Oldrati.

Tutte le istituzioni, ospedali, enti, associazioni interessate alle valvole Charlotte Oldrati possono scrivere a healthcare@oldrati.com o contattare il numero +39 035 9160244.

oldrati valvole
leggi anche
  • Il punto della regione
    A Bergamo 12.633 positivi al Covid, 26 in un giorno: “Graduale ritorno alla normalità”
    dati Regione
  • Le novità
    Mercati a Bergamo: 1,5m di distanza dai banchi, ‘Covid manager’ e capienze definite
    Riapre il mercato del sabato allo stadio
  • Il rapporto
    Covid, impatto devastante a Bergamo: persi circa tremila posti di lavoro
    lavoro
  • Scuola
    L’Aquila chiama, Bergamo risponde: gemellaggio ai tempi del Covid tra IIS D’Aosta e Istituto Quarenghi
    istituto amedeo d'aosta l'aquila
  • La novità
    Covid, la nuova app Trenord segnala l’affollamento su treni e banchine
    app trenord
  • Si va al 2021
    Il Covid ferma la musica: rimandati di un anno tutti i concerti live
    Malika Ayane in concerto al Brixia Forum
  • Villongo
    Nasce la Oldrati Gomma Line, la joint venture tra Oldrati Group e Gomma Line
    oldrati gomma line
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it