BergamoNews it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Uccide la madre a coltellate e poi tenta di farla finita: ora è piantonato in ospedale

Arrivato al Papa Giovanni in stato di choc, una volta ripreso sarà interrogato dagli inquirenti per chiarire i contorni di una tragedia familiare all'apparenza inspiegabile

C’è incredulità a Bonate Sopra, dopo la tragedia familiare che si è consumata martedì sera nella villetta al civico 13 di via Lesina.

Ancora non sono chiare le ragioni che avrebbero spinto Francesco Villa, magazziniere di 39 anni, ad uccidere la madre Gianpaola Previtali con una ventina di coltellate: la donna, 66 anni, è stata trovata riversa in una pozza di sangue; mentre il figlio, che ha cercato di farla finita puntando l’arma contro se stesso, è stato ricoverato all’ospedale Papa Giovanni dove è arrivato in stato di choc. Le sue condizioni non sono gravi: se la caverà, ma una volta ripreso sarà interrogato dagli inquirenti per chiarire i contorni di quanto successo.

Il movente, infatti, resta oscuro, perché tra madre e figlio non sembravano esserci particolari tensioni. Secondo chi indaga, potrebbe avere influito lo stato di depressione in cui era piombato l’uomo dopo la separazione dalla moglie, che forse non era ancora riuscito a metabolizzare.

Una tragedia all’apparenza inspiegabile anche per chi conosceva madre e figlio, arrivata a pochi giorni di distanza da un altro dramma maturato in un contesto familiare difficile, quello di Dalmine. I protagonisti, fatalmente, sembrano gli stessi: una madre di 60 anni trovata senza vita in casa e il figlio 33enne arrestato con l’accusa di averla uccisa con un coltello.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.