BergamoNews it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

L’unione fa la forza: la Smv, con clienti e fornitori, dona 154mila euro per la sanità

L'iniziativa dell'azienda edile di Telgate ha raccolto il favore di molti, ognuno con le proprie possibilità:

Centocinquattaquattromila euro, divisi equamente tra l’Ats di Bergamo e l’Asst Bergamo Est: è la maxi donazione fatta una decina di giorni fa dalla Smv costruzioni di Telgate, grazie a una raccolta fondi promossa tramite il sito ufficiale tra la propria rete di fornitori, dipendenti e clienti.

In tantissimi hanno risposto all’appello lanciato a fine marzo dal titolare Cristoforo Giorgi: “A seguito della grave emergenza sanitaria che ha coinvolto la nostra Regione, e soprattutto la nostra amata provincia di Bergamo, vorremmo, col vostro sostegno, organizzare una raccolta fondi da poter devolvere direttamente – senza intermediari – a Enti o strutture del nostro territorio coinvolte a fronteggiare questa terribile malattia”.

Per raggiungere l’obiettivo, la società ha aperto un conto corrente dedicato sul quale far convergere tutte le donazioni e ha avuto un grandissimo riscontro: “Sicuro che saremo uniti e coesi in questa iniziativa per aiutare i nostri amati concittadini in difficoltà – era l’auspicio finale di Cristoforo Giorgi – come lo siamo nello svolgimento della nostra attività lavorativa”.

Speranze risultate fondatissime perché all’iniziativa dell’impresa telgatese hanno partecipato, ognuno con le proprie possibilità, dai semplici cittadini con piccole donazioni alle aziende, con migliaia di euro.

“Abbiamo deciso questa formula perchè sapevamo che insieme a chi lavora con noi potevamo fare di più che a livello personale – spiega Moira Giorgi, responsabile delle risorse umane di Smv – Noi abbiamo messo la nostra quota di partenza, nel giro di un mese e mezzo siamo riusciti a raccogliere oltre 150mila euro che poi abbiamo deciso di dividere tra le due realtà sanitarie. Alla nostra raccolta fondi hanno partecipato un’ottantina di persone, chi a titolo personale e chi a livello aziendale. Visto il nostro ampio giro di conoscenze volevamo fare qualcosa di importante, ci tenevamo: i fondi saranno utilizzati tutti per la gestione dell’emergenza, o con l’acquisto immediato di macchinari o per la ricerca. Felici di aver contribuito in questo modo, il nostro grazie va a tutti coloro che si sono uniti a noi per raggiungere l’obiettivo”.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.