BergamoNews it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

L’Aquila chiama, Bergamo risponde: gemellaggio ai tempi del Covid tra IIS D’Aosta e Istituto Quarenghi

Le dirigenti scolastiche dei rispettivi Istituti, Maria Chiara Marola ed Elsa Perletti, e i docenti che da subito hanno aderito al gemellaggio sono già operativi

Ci si può gemellare anche a distanza? La risposta è sì. Ai tempi del coronavirus in cui tutte le attività didattiche e culturali sono affidate alle tecnologie digitali anche una proposta di collaborazione tra due istituti scolastici superiori può nascere nel web. È quanto accaduto tra l’istituto tecnico Quarenghi di Bergamo e l’istituto Amedeo D’Aosta che ha sede nel capoluogo abruzzese.

L’idea di confrontarsi e di condividere attività ed esperienze, presenti e passate, partendo dai rispettivi territori, costituisce l’incipit di questa iniziativa che nasce da una proposta della Cabina di regia dei CPPC, i Centri di Promozione della Protezione Civile, reti di scuole presenti in ogni provincia lombarda, che hanno lo scopo di promuovere la diffusione della cultura della Protezione Civile e del volontariato fra i giovani studenti.

Le due scuole, accomunate dallo stesso profilo tecnico-tecnologico e dalla collocazione in territori toccati da situazioni altamente emergenziali – il terremoto all’Aquila e la grave epidemia da COVID-19 che ha colpito la città di Bergamo – si preparano a coordinarsi per costruire un rapporto di scambio e di formazione comune finalizzato alla promozione sia di competenze tecniche legate alla gestione delle emergenze e al tema della sicurezza, sia di competenze civiche e sociali, quali il senso di responsabilità e le pratiche del volontariato.

istituto quarenghi bergamo

Le dirigenti scolastiche dei rispettivi Istituti, Maria Chiara Marola ed Elsa Perletti, e i docenti che da subito hanno aderito al gemellaggio sono già operativi e, in un incontro preliminare, attraverso una piattaforma telematica, hanno pianificato la primissima fase del gemellaggio che ha portato a fissare i punti fondamentali entro cui muoversi per le future iniziative. Saranno coinvolte le rappresentanze studentesche dei due Istituti: studenti di classi terze, quarte e quinte, e i docenti del team digitale e dell’area tecnica affinché scoprano i contesti scolastici e territoriali di reciproca appartenenza, condividano a distanza attività di studio, esperienze e riflessioni personali sull’attuale situazione e su altri argomenti di interesse comune.

La seconda fase sarà avviata nel prossimo anno scolastico e coinvolgerà docenti e studenti in azioni di cooperazione e di scambio culturale; in particolare il gemellaggio, per l’anno scolastico 2020/2021 proseguirà con attività di scuola-lavoro (P.C.T.O) e con proposte finalizzate alla costruzione del curricolo per l’insegnamento dell’Educazione Civica, che tenga conto del rispetto dell’ambiente, della salute e del benessere in un’ottica di cittadinanza attiva.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.