BergamoNews it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Emergenza Covid: Fase 2? E io pago

Un esempio delle riaperture in città: caffè che passa da 0,90 a 1 euro, quando non a 1,10 e 1,20

Marcondirondirondello è la filastrocca ambientata da Fabrizio De Andrè, per la memoria dei meno giovani, in Girotondo: nient’altro che adoperare il girotondo per mettere in musica una splendida ballata contro la follia della guerra. Quanto di più attuale per le generazioni post Covid 2019.

Il girotondo è il gioco per eccellenza dell’infanzia. Dell’infanzia povera e semplice quella che le recenti generazioni di casa nostra per loro fortuna non hanno conosciuto.

Niente a vedere con la povertà in giro per il mondo e ora in tragico aumento anche in una Europa dove ognuno pensa a se stesso, emblema recente di dispute tra governi dove l’obiettivo principale
sembra essere fare pagare ai più deboli la crisi del post Covid 2019.

Non c’è più De Andrè a mettere in musica il disagio sociale, la guerra a salvare la pelle come a nascondere le inefficienze sanitarie del nostro bel paese, accompagnate da ripetuti e comici decreti,
dove l’obiettivo di chi governa coniuga il solo verbo conosciuto al liceo, apparire.

Come nessuno dei nostri politici fece nulla per contrastare il cambio lira-euro che penalizzò buona parte del ceto medio italiano, nessun decreto Covid ha ahimè pensato a un indicatore per bloccare gli aumenti dei prezzi delle quotidiane esigenze della gente comune.

Un esempio delle riaperture in città?

Caffè che passa da 0,90 a 1 euro, quando non a 1,10 e 1,20 e per sistemare i pochi capelli rimasti anche due euro di aggio.

Un invito a rimanere capelloni, a rispolverare la camicia a fiori degli anni ‘ 60, rivedendo l’indimenticabile Totò di “e io pago“, in 47 morto che parla, tratto dalla celebre commedia di Ettore
Petrolini.

Lettera firmata 

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.