Quantcast
Dalla app Oggicomestai: scendono ancora i bergamaschi con sintomi da Covid - BergamoNews
Aggiornamento

Dalla app Oggicomestai: scendono ancora i bergamaschi con sintomi da Covid

Si stimano infatti 15mila persone in meno con sintomi rispetto alla prima ricognizione del 20 aprile, circa 5000 in meno rispetto al 5 maggio scorso

Scende ancora il numero di bergamaschi che denunciano i sintomi del Covid-19: nella nuova elaborazione di dati della web app “Oggicomestai.it”, sviluppata da ATS Bergamo in collaborazione con il Comune di Bergamo e il Consiglio di Rappresentanza dei Sindaci della Provincia, si stimano infatti 15mila persone in meno con sintomi rispetto alla prima ricognizione del 20 aprile, circa 5000 in meno rispetto al 5 maggio scorso.

A oggi, grazie alle risposte delle oltre 58.000 persone registrate al servizio, si stimano 47.900 persone attualmente con sintomi, pari al 4,3% della popolazione della provincia.

Complessivamente rimangono circa 383.000, il 35% della popolazione, le persone che hanno avuto o hanno sintomi riconducibili al COVID19: una quota a cui possiamo aggiungere – spiegano alcuni virologi che collaborano al progetto – un ulteriore 10% di asintomatici.

Rispetto all’ultimo aggiornamento, altre 83.600 persone in più si muovono per lavoro rispetto allo scorso 5 maggio: la riattivazione di molte attività indicate negli allegati del Decreto governativo dello scorso 4 maggio ha determinato una crescita del numero di bergamaschi che si spostano per lavoro sul territorio. Si stima che 422.200 persone si muovano per lavoro nella provincia di Bergamo, circa il 37.9% della popolazione, dato ben superiore al 30,4% registrato solo nella ricognizione di meno di due settimane fa.

Di questi bergamaschi, l’1,2% dei potenzialmente contagiosi – dato in crescita – si deve muovere per lavoro. In provincia si stimano 13.400 persone, +1300 rispetto al 4 maggio scorso.

I NUMERI DELL’EPIDEMIA

• Oltre 383 mila hanno o hanno avuto in passato sintomi

• Oltre 6 mila la stima decessi Covid

• 35% impatto sulla popolazione

• 10% stima asintomatici

• 45% impatto complessivo (circa 495mila)

49 mila potenzialmente contagiosi (47,9 mila attuali + 1,1 con fine sintomi da meno di 14 gg)

13.400 persone potenzialmente contagiose che si muovono per lavoro

“La nostra web app – spiega Marcella Messina, Presidente del Consiglio di Rappresentanza dei 243 Sindaci e dei 14 ambiti territoriali della Provincia di Bergamo – ci consente di poter leggere la situazione della nostra provincia, nel tentativo di comprendere le dinamiche legate al virus e ai potenziali rischi connessi. Interessante, ad esempio, seguire l’andamento dei bergamaschi che si spostano per lavoro in questi giorni, soprattutto in considerazione del fatto che molti di loro denunciano ancora sintomi potenzialmente riconducibili al coronavirus. La web app oggicomestai.it rivela la propria utilità e potrà esserlo altrettanto nei prossimi giorni e nelle prossime settimane: aderendo a oggicomestai.it e fornendo quotidianamente le informazioni sul proprio stato di salute, possiamo avere una mappatura chiara di quale sia l’andamento del virus sul territorio, orientando o chiedendo scelte precise alle autorità sanitarie.”

Qui il report completo

Vuoi leggere Bergamonews senza pubblicità?
Iscriviti a Friends! la nuova Community di Bergamonews punto d’incontro tra lettori, redazione e realtà culturali e commerciali del territorio.
L'abbonamento annuale offre numerose opportunità, convenzioni e sconti con più di 120 Partner e il 10% della quota di iscrizione sarà devoluta in beneficenza.
Scopri di più, diventiamo Amici!
leggi anche
Primo volo a Orio al Serio dopo il lockdown
La ripresa
A Orio il primo volo passeggeri da Sofia: ecco come ci si comporta dopo il lockdown
ordinanza no piscine palestre
Dal 18 maggio
Firmata l’ordinanza in Lombardia: non aprono ancora piscine e palestre
andrea martella
Sottosegretario all'editoria
Martella: “Questo periodo eccezionale ha mostrato l’importanza dell’informazione seria, locale, online”
Tavolo ristorante
La fase 2
Ristoranti, chi apre e chi no: “Restiamo chiusi, troppa paura”; “Ci siamo, ma i clienti collaborino”
bar bergamo fase 2 coronavirus
L'ordinanza di gori
Bergamo: i dehors senza canone, in cambio più sicurezza
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI