BergamoNews it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

A Orio il primo volo passeggeri da Sofia: ecco come ci si comporta dopo il lockdown fotogallery

È atterrato alle 6.51 di lunedì 18 maggio il primo volo passeggeri in arrivo all'aeroporto di Orio al Serio dopo la fine del lockdown.

Più informazioni su

È atterrato alle 6.51 di lunedì 18 maggio il primo volo passeggeri in arrivo all’aeroporto di Orio al Serio dopo la fine del lockdown.

Primo volo a Orio al Serio dopo il lockdown

Sulla pista del Caravaggio è arrivato un aereo WizzAir W6 4351, proveniente da Sofia con a bordo 113 passeggeri, per il rispetto delle necessarie norme di distanziamento anche a bordo dei mezzi di trasporto.

Controlli agili e veloci, anche per il ristretto numero di passeggeri: il percorso inverso lo hanno fatto un’ottantina di persone che, dopo le operazioni di controllo, sono salite a bordo dello stesso aeromobile per coprire la tratta inversa con decollo alle 7.50.

Proprio per illustrare al meglio ai propri passeggeri come si svolgono le fasi di partenza e arrivo, Sacbo ha predisposto un video tutorial che illustra le procedure introdotte per ottemperare alle norme sul distanziamento sociale e alle linee guida impartite per la sicurezza della salute.

Il tutorial è accompagnato da scritte in sovraimpressione che richiamano le modalità di approccio alle diverse aree del terminal, evidenziando in particolare gli obblighi a cui sono sottoposti i passeggeri in partenza che accedono dall’unica porta di ingresso all’aerostazione, le indicazioni poste su pavimento e sui cartelli, i criteri di accodamento in area check-in, ai controlli di sicurezza e ai gate di imbarco.

“Considero beneaugurante che i primi passeggeri abbiano viaggiato su una rotta europea. Il nostro
aeroporto si è fatto trovare pronto come sempre ad accogliere quelli in arrivo e assistere le persone in partenza, sperimentando un contesto nuovo che ha dimostrato di ben funzionare – ha dichiarato Giovanni Sanga, presidente di SACBO – Ritengo che, con il conforto di una situazione sanitaria in miglioramento, l’aeroporto di Bergamo possa tornare a svolgere il ruolo strategico per la mobilità al servizio del territorio”.

“Abbiamo atteso questo momento adeguandoci scrupolosamente alle disposizioni introdotte a tutela della salute e impegnandoci a verificarne la corretta applicazione, affinché a passeggeri e compagnie aeree, e più in generale l’utenza aeroportuale, venga garantita la sicurezza e la puntuale erogazione dei servizi – ha aggiunto Emilio Bellingardi, direttore generale di SACBO – La collaborazione tra la società BIS del gruppo SACBO e AGS Handling, che ha svolto l’assistenza al primo volo di linea di questa nuova fase, ci permette di guardare avanti con fiducia in un’ottica di graduale ripresa del traffico passeggeri”.

© Riproduzione riservata

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.