Quantcast
Bergamo, la Lega: "Ripristino del bando spazi estivi, facciamoli in sicurezza nei parchi di quartiere" - BergamoNews
Palafrizzoni

Bergamo, la Lega: “Ripristino del bando spazi estivi, facciamoli in sicurezza nei parchi di quartiere”

L'ordine del giorno presentato dal Carroccio: "Non si includano solo le location storiche, ma anche le piazze dove non ci sono i dehors"

Un ordine del giorno per chiedere al Comune di Bergamo il ripristino del bando degli spazi estivi in città. Lo ha presentanto la Lega, chiedendo all’amministrazione di includere non solo le location storiche, ma anche i parchi di quartiere e le piazze dove non ci sono i dehors.

La richiesta

Palafrizzoni sta pensando ad una concessione gratuita del suolo pubblico a tutti quei locali (bar e ristoranti) che andranno incontro a restrizioni a causa delle normative sanitarie per contenere il coronavirus. “Per far fronte alle aumentate esigenze di spazi – si legge nel documento presentato dal Carroccio – si sta pensando di concedere tratti di strade e Piazze ai privati in maniera da svolgere le attività di ristoro nel miglior modo possibile, senza obbligare le attività a rinunciare ai coperti”. Ma “alcuni locali, a causa della loro posizione – fanno notare i consiglieri leghisti – non possono espandersi verso l’esterno rinunciando così ad una parte significativa di introiti”.

Considerato che “il Comune ha annunciato che nei prossimi mesi non saranno previsti gli ‘estivi’ per non agevolare assembramenti in stile movida, questa soluzione non esclude che contemporaneamente potrebbero venire a crearsi assembramenti ‘clandestini’ in varie zone della città” e “alcune attività potrebbero essere svantaggiate rispetto ad altre”.

borgo sant'agostino
Borgo Sant'Agostino in Città Alta

Per questo la Lega impegna l’amministrazione a “prevedere, tramite bando, il ripristino di un’assegnazione di spazi estivi”, possibilmente “gratuita visto il momento delicato che stiamo vivendo”. Sempre secondo i lumbard, oltre alle ampie location storiche (fanno l’esempio del Parco Sant’Agostino, Goisis e della Trucca) il bando dovrebbe riguardare anche altri spazi verdi come parchi di quartiere e piazze sprovviste di dehor come il Piazzale alpini, “prevedendo particolari punteggi a tutti quei gestori di esercizi di somministrazione di Bergamo città che non possono ampliare le proprie attività verso l’esterno, ricreando delle zone contingentate nelle quali i consumatori possano usufruire dei servizi in maniera sicura e protetta”.

Il bando dovrebbe favorire “in linea prioritaria tutte quelle attività della città che, a causa della loro struttura e degli spazi esterni, non hanno la possibilità di utilizzare un’area all’aperto adiacente. Per evitare assembramenti stile movida non saranno comunque assegnati gli altri spalti di Città Alta – concludono i consiglieri –  e le offerte culturali del bando dovranno prevedere, a differenza del passato, eventi compatibili con le disposizioni sanitarie”. Esclusi, ad esempio, i concerti.

Vuoi leggere Bergamonews senza pubblicità?
Iscriviti a Friends! la nuova Community di Bergamonews punto d’incontro tra lettori, redazione e realtà culturali e commerciali del territorio.
L'abbonamento annuale offre numerose opportunità, convenzioni e sconti con più di 120 Partner e il 10% della quota di iscrizione sarà devoluta in beneficenza.
Scopri di più, diventiamo Amici!
leggi anche
estetista coronavirus
Il nuovo decreto
Riaperture lunedì: rischiava di saltare tutto, poi nella notte l’intesa Governo – Regioni
Musei civici 1
Coronavirus
Bergamo e Fase 2 nei musei, sale sanificate e controllo dei flussi: regole e orari
Piazza Vecchia
Bergamo
Estivi, ecco il bando del Comune: 6 spazi in città, anche Piazza Vecchia
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI