Arezzo, cade dal terzo piano: muore bimbo di 8 anni figlio di un bergamasco - BergamoNews
La tragedia

Arezzo, cade dal terzo piano: muore bimbo di 8 anni figlio di un bergamasco

Il padre è Michele Bacis, 41 anni, ex calciatore di Fiorentina e Genoa

Una terribile tragedia ha scosso la famiglia di Michele Bacis, 41enne bergamasco ex calciatore di Fiorentina, Arezzo, Genoa, Cremonese e Monza (cresciuto nel settore giovanile dell’Atalanta). Nella serata di sabato 16 maggio, intorno alle 22, il figlio è morto dopo essere caduto dal terrazzo di casa: il piccolo, di 8 anni, si è schiantato al suolo dopo un volo di diversi metri, dal terzo piano dell’abitazione.

Soccorso dopo pochi minuti, il bambino è stato subito trasportato all’ospedale San Donato di Arezzo ma è spirato durante il tragitto. Il 118 aveva anche allertato l’elisoccorso per un eventuale trasporto del ferito all’ospedale pediatrico Meyer di Firenze, ma tutto è stato inutile.

Michele Bacis, 41 anni, bergamasco

Sulle cause dell’incidente indaga la polizia: “Abbiamo sentito un tonfo sordo che veniva dalla strada, ci siamo affacciati e abbiamo visto il corpo del bambino e poi abbiamo sentito le urla dei genitori”, hanno raccontato i vicini di casa, non lontano da Palazzo Cavallo, sede del Comune di Arezzo.

L’ex calciatore Michele Bacis nelle scorse settimana aveva perso uno zio bergamasco a causa del Covid-19. Lo aveva raccontato alla cronaca della Nazione di Arezzo.

commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it