Quantcast
"Dimenticarmi di te": ecco il primo singolo di Filippo Cattaneo Ponzoni - BergamoNews
Da venerdì 15 maggio

“Dimenticarmi di te”: ecco il primo singolo di Filippo Cattaneo Ponzoni

Dopo essere diventato chitarrista di Ghemon a soli diciotto anni, Filippo, ora ventenne, raggiunge un altro importante traguardo

Dimenticarmi Di Te” è la canzone che segna l’esordio da solista di Filippo Cattaneo Ponzoni, chitarrista e cantante di Bergamo. Dopo essere diventato chitarrista di Ghemon a soli diciotto anni, Filippo, ora ventenne, raggiunge un altro importante traguardo.

Il singolo, sulle piattaforme digitali da venerdì 15 maggio, anticipa l’uscita dell’EP “La Tua alternativa”, prodotto insieme a Fabio Brignone e distribuito da Artist First.

I cinque brani dell’EP sono interamente scritti e composti da Filippo Cattaneo Ponzoni. “Ho cercato di sperimentare – spiega il musicista – Di farmi influenzare da ciò che ascolto e dalle canzoni con cui sono cresciuto”. Così i linguaggi del pop, del rock, del soul e del blues si uniscono nel primo lavoro da solista del giovane chitarrista.

“Dimenticarmi di te” è il primo singolo in uscita. Di cosa parla questa canzone?

Parla della fine di una storia d’amore. Non parlo solo del sentimento, ma della relazione. Il periodo in cui sta finendo, ma non si ha ancora il coraggio di dirselo. In quel momento si aspetta che uno dei due faccia il primo passo. Così succede che inizi a interrogarti su te stesso, sul tuo modo di essere.

Come mai hai scelto questo singolo come prima uscita del tuo EP?

Ho deciso di far uscire il singolo in questo periodo, anche se in tanti stanno posticipando le pubblicazioni a dopo l’estate. Ho ritenuto che fosse questo il momento giusto, perché questa canzone descrive benissimo il mio stato d’animo.

Ti senti fortunato, nonostante il momento?

Nonostante tutto, sì. Mi piace trovare il lato positivo in tutto, anche in un periodo complicato come questo. Sono fortunato perché ho la musica, e la musica salva sempre.

Dal 2018 sei chitarrista di Ghemon. Dopo due anni, hai sentito l’esigenza di creare qualcosa di tuo. Perché?

Non c’è un vero perché. Sicuramente l’esperienza che sto facendo con Ghemon ha mosso qualcosa dentro di me. All’improvviso ho avvertito l’esigenza di scrivere. È stato un grande stimolo, a livello professionale e personale perché di ogni brano ho curato musica e testi. Secondo me, se non ci fossero stati questi due anni, non avrei mai sentito il bisogno di scrivere.

L’EP da cui è tratto il singolo è “La tua alternativa”. Come è nato?

La tua alternativa” è una canzone che fa parte dell’EP, una canzone dal significato positivo a cui sono molto legato. Nonostante tutto, nonostante i problemi che a volte prendono il sopravvento, devi sempre cercare la tua alternativa per andare avanti. Ho scelto questo titolo a rappresentazione di tutto il mio lavoro. Si può e si deve sempre trovare una alternativa.

Quando sono iniziati i lavori?

Ho iniziato a pensare all’EP a inizio 2019. Un grande ruolo ha giocato Fabio Brignone, che, oltre ad essere il bassista, è il coproduttore di tutte le canzoni. Le registrazioni le ho effettuate con Marco Ravelli, fonico bergamasco. “Dimenticarmi di te” e “La tua alternativa” sono state suonate da Stefano Volpe, batterista abruzzese stabile a Milano ormai da tempo. Le altre da Cesare Bergamelli, batterista. E poi la copertina è stata realizzata da Paolo De Francesco, un grandissimo grafico che collabora con Tiziano Ferro, Mika, Diodato e tanti altri. Per me è un onore avere la copertina del singolo e dell’EP fatta da lui.

Ora sei musicista a tutti gli effetti. Se così non fosse stato, quale sarebbe la tua alternativa?

Questo è l’unico caso in cui non riesco a trovare una alternativa. Credo che non potrei fare altro nella vita. Ho sempre voluto fare questo. Sono fortunato.

 

Vuoi leggere Bergamonews senza pubblicità?
Iscriviti a Friends! la nuova Community di Bergamonews punto d’incontro tra lettori, redazione e realtà culturali e commerciali del territorio.
L'abbonamento annuale offre numerose opportunità, convenzioni e sconti con più di 120 Partner e il 10% della quota di iscrizione sarà devoluta in beneficenza.
Scopri di più, diventiamo Amici!
leggi anche
ezio bosso
Morto a 48 anni
La malattia spegne Ezio Bosso, ma non la sua musica
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI