Intossicato dalla caldaia malfunzionante, 61enne finisce in camera iperbarica - BergamoNews
Habilita zingonia

Intossicato dalla caldaia malfunzionante, 61enne finisce in camera iperbarica

Il paziente è stato quindi inviato all'ospedale di Zingonia. L’arrivo dell’uomo in camera iperbarica in Habilita è avvenuto alle 22.25.

Nella giornata di domenica 10 maggio 2020 in Habilita Istituto di Neuroriabilitazione ad Alta Complessità di Zingonia è stato effettuato un trattamento di ossigeno terapia in regime di emergenza per un paziente vittima di intossicazione da monossido di carbonio.

Si tratta di C. L nato il 13 febbraio 1959. L’ incidente è avvenuto a Casirate, in via Donati. La causa dell’intossicazione pare sia da attribuire al cattivo funzionamento di una caldaia utilizzata per la pastorizzazione del latte.

Il paziente è stato quindi inviato all’ospedale di Zingonia. L’arrivo dell’uomo in camera iperbarica in Habilita è avvenuto alle 22.25.

L’inizio del trattamento è avvenuto alle 22.35 ed è terminato alle 00.06. Una volta concluso il trattamento il paziente è stato riportato in ambulanza in ospedale.

leggi anche
  • Habilita
    Sordità acuta improvvisa, si può curare con la terapia iperbarica
  • L'intervento
    Intossicato da un barbecue in cucina: salvato in camera iperbarica a Zingonia
  • Martedì
    Intossicata dalla caldaia di casa: 35enne per 2 ore in camera iperbarica
  • All'habilita
    Guasto alla caldaia, in 4 intossicati dal monossido: salvati in camera iperbarica
  • Curati a zingonia
    Tre giovani intossicati a Calcinate
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it