BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Inchiesta Alzano e Covid, il direttore Welfare in Regione: “L’Ospedale disse che era tutto ok”

Domenica 23 febbraio era stato assicurato che era "tutto a posto": i locali sanificati e predisposti "percorsi separati Covid e no Covid"

Prosegue l’inchiesta della procura di Bergamo sull’ospedale Pesenti Fenaroli di Alzano Lombardo nell’emergenza coronavirus. L’obiettivo è fare luce sulla gestione dei primi malati risultati positivi e la decisione di domenica 23 febbraio di chiudere e riaprire dopo alcune ore il Pronto soccorso dell’ospedale della Valle Seriana gestito dall’Ats territoriale di Bergamo est.

La decisione di riaprire il pronto soccorso di Alzano Lombardo quel giorno, dopo l’accertamento dei primi due casi di Coronavirus, “è stata presa in accordo con la direzione generale dell’Asst di Bergamo Est”, in quanto era stato assicurato che era “tutto a posto”: i locali sanificati e predisposti “percorsi separati Covid e no Covid”. Lo ha spiegato Luigi Cajazzo, direttore generale del Welfare lombardo, sentito come teste nell’inchiesta bergamasca.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.