BergamoNews it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Sviluppo rurale: bandi per oltre 2 milioni del Gal dei Colli di Bergamo e del Canto Alto

Per fronteggiare l’emergenza sanitaria in atto il Gruppo di Azione Locale ha messo in campo nuove iniziative per i progetti di sviluppo rurale nei sette comuni di competenza: Villa d’Almé, Almé, Ponteranica, Sorisole, Torre Boldone, Ranica e Paladina

In questo momento di grande difficoltà il GAL Colli di Bergamo e del Canto Alto è vicino alle imprese e alle comunità colpite dal Covid-19 con risorse per imprese agricole, agriturismi e per la promozione dei prodotti di eccellenza del territorio: oltre 2 milioni di euro i fondi messi a disposizione dai nuovi bandi. A breve si apriranno altri bandi anche per l’acquisto di attrezzature e servizi in ambito socio-assistenziale a supporto delle popolazioni colpite dal Coronavirus.

In questi mesi l’attività del GAL dei Colli di Bergamo e del Canto Alto non si è mai fermata. Per fronteggiare l’emergenza sanitaria in atto il Gruppo di Azione Locale – grazie all’approvazione da parte di Regione Lombardia della rimodulazione necessaria per riaprire i bandi e riassegnare le risorse residue a disposizione – ha messo in campo nuove iniziative per i progetti di sviluppo rurale nei sette comuni di competenza: Villa d’Almé, Almé, Ponteranica, Sorisole, Torre Boldone, Ranica e Paladina. Il GAL dei Colli di Bergamo e del Canto Alto ha inoltre programmato e attivato una lunga serie di interventi che continueranno anche nei prossimi mesi.

Ascoltare il territorio per pianificare insieme gli interventi e le attività legate allo sviluppo rurale è l’obiettivo dello sportello online di ascolto aperto nei giorni scorsi dal GAL guidato da Mario Castelli e Carmelita Trentini, rispettivamente Amministratore Unico e Direttore del Gruppo di Azione Locale. Compilando un veloce questionario (il link per partecipare si trova sul sito www.gal-collibergamocantoalto.it ) la comunità locale potrà evidenziare bisogni e idee per ripartire. Il GAL utilizzerà le risposte per individuare soluzioni a supporto del territorio, sia nell’immediato che nel prossimo futuro.

Accanto alle attività di ascolto del territorio, in questo difficile momento, sono stati pubblicati i primi tre bandi destinati ad agriturismi, a imprese agricole e alla promozione dei prodotti di eccellenza ed in particolare:

– Il Bando 3.2.01 “Informazione e promozione dei prodotti di qualità” destinato a consorzi e associazioni di produttori per organizzare piani di informazione e promozione dei regimi di qualità e dei prodotti da promuovere nei territori limitrofi. Possono partecipare consorzi o associazioni di produttori biologici, consorzi di tutela dei prodotti DOP e IGP, consorzi di tutela dei vini a denominazione riconosciuta e loro associazioni regionali, associazioni di produttori di “sistema di qualità di produzione integrata”, associazioni di produttori di “sistema di qualità nazionale zootecnia” e aggregazioni di soggetti sopra elencati. Le risorse del bando, più di 35.000 euro, sono destinate ad azioni di informazione per migliorare la conoscenza dei regimi di qualità, azioni promozionali a sostegno della commercializzazione dei prodotti, all’organizzazione e partecipazione a manifestazioni e fiere e, infine, azioni pubblicitarie. La domanda può essere presentata fino alle ore 12 del 30 luglio 2020. Tutti i dettagli relativi alle tipologie di interventi ammissibili sono pubblicati sul sito www.gal-collibergamocantoalto.it

– Il Bando 6.4.01 “Sostegno alla realizzazione e allo sviluppo di attività agrituristiche” è destinato a società o aziende agricole per finanziare nuove attività agrituristiche o il miglioramento di quelle esistenti. Il bando mette a disposizione più di 200.000 euro per la ristrutturazione di fabbricati aziendali esistenti da destinare ad uso agrituristico; la costruzione, l’ampliamento e l’adeguamento di servizi igienico-sanitari e tecnologici; la creazione di aree attrezzate per l’agricampeggio e la sosta di roulotte e caravan, per attività ricreativo-culturali e sociali, aree pic-nic; la realizzazione di percorsi ciclo-pedonali e ippoturistici; l’acquisto di programmi informatici ed applicazioni per il funzionamento degli impianti, incluso il sito web aziendale. La domanda può essere presentata fino alle ore 12 del 30 luglio 2020. Tutti i dettagli relativi alle tipologie di interventi ammissibili sono pubblicati sul sito www.gal-collibergamocantoalto.it

– Il Bando 4.1.01 “Incentivi per investimenti per la redditività, competitività e sostenibilità delle aziende agricole” finanzia invece interventi di ristrutturazione delle aziende agricole, con l’inserimento di nuovi processi produttivi, moderni e innovativi, sia a livello gestionale che tecnologico. L’obiettivo è rispondere velocemente e efficacemente alla necessità dei consumatori e alle evoluzioni del mercato. Possono partecipare gli agricoltori (imprese agricole individuali, società agricole) e le associazioni di agricoltori (società cooperative agricole). Diversi sono gli interventi ammessi dal bando, tra i quali le opere di miglioramento fondiario di natura straordinaria, la coltivazione di alberi, arbusti o di piccoli frutti, l’adeguamento degli impianti igienico sanitario e per la sicurezza dei lavoratori, l’acquisto di nuove macchine e attrezzature, la realizzazione di strutture per la protezione delle colture dai parassiti, l’acquisto di capannine agrometeorologiche per l’ottimizzazione della gestione agronomica e fitosanitaria delle colture, la realizzazione o acquisto di strumenti per la riduzione dell’inquinamento da prodotti fitosanitari e l’acquisto di apparecchiature e/o strumentazioni informatiche relative agli investimenti sopra elencati e spese di certificazione dei sistemi di qualità. La dotazione finanziaria del bando 4.1.01 è superiore a 800.000 euro. Anche in questo caso tutti i dettagli relativi alle tipologie di interventi ammissibili sono pubblicati sul sito www.gal-collibergamocantoalto.it.

Nelle prossime settimane – sempre sul sito www.gal-collidibergamocantoalto.it – saranno presentati altri nuovi bandi con risorse per circa un milione di euro destinate all’acquisto di attrezzature e servizi socio-assistenziali per fronteggiare l’emergenza Covid-19.

Il GAL Colli di Bergamo e del Canto Alto – i cui uffici si trovano presso la sede del Parco dei Colli di Bergamo, nell’ex monastero di Valmarina – è una società mista pubblico/privata finalizzata al sostegno del turismo rurale, agricoltura, foreste e biodiversità e alla valorizzazione del territorio dei sette Comuni che lo compongono (Comune di Almè, Comune di Paladina, Comune di Ponteranica, Comune di Ranica, Comune di Sorisole, Comune di Torre Boldone, Comune di Villa d’Almè) e della cultura locale, nell’ambito dell’approccio LEADER dell’Unione Europea. Leader (Liasons entre actions de développement de l’èconomie rurale), è un’iniziativa dell’Unione Europea che, fin dal 1993, promuove lo sviluppo sostenibile, adeguato alle potenzialità locali e integrato delle aree rurali. In queste zone, attraverso la creazione di GAL – Gruppi di azione Locale – vengono finanziate azioni integrate e multidisciplinari, che interessano tutti i settori dell’economia e della società rurale, finalizzate a valorizzare le risorse ambientali e paesaggistiche, storico-culturali, alimentari e gastronomiche, artigianali e artistiche.

Il GAL dei Colli di Bergamo e del Canto Alto, nato per gestire fondi pubblici nell’ambito dell’iniziativa dell’Unione Europea Leader, annovera come soci l’Ente Parco dei Colli di Bergamo, la Federazione Provinciale Coldiretti Bergamo, Confagricoltura Bergamo e Banca di Credito Cooperativo Bergamo. Info: www.gal-collibergamocantoalto.it

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.