Quantcast
"Exploro Arlecchino": la 3T di Presezzo celebra la riapertura con una bici speciale - BergamoNews
L'idea

“Exploro Arlecchino”: la 3T di Presezzo celebra la riapertura con una bici speciale

Basta iscriversi alla newsletter aziendale per vincere la bicicletta creata dalla 3T, con le losanghe colorate della maschera di Arlecchino, per omaggiare Bergamo

Per celebrare la riapertura dopo due mesi di chiusura forzata la 3T Cycling ha creato “Exploro Arlecchino“: una bicicletta “vestita” con la fantasia a rombi ed i colori della maschera bergamasca. Non è in vendita, iscrivendosi alla newsletter aziendale chiunque può vincerla.

Geniale – scomodiamo il termine – l’idea di tornare al lavoro (nella bergamasca) evocando Arlecchino, uno dei simboli di Bergamo. Personaggio “dall’anima anarchica e liberale, ironica e positiva, universalmente amata, dal potere misterioso e controcorrente” citando l’attore Giorgio Pasotti.

“Bergamo – si legge su un post del blog aziendale – è il luogo in cui Arlecchino nacque in epoca medievale. Quando si entra a Bergamo in auto o in bicicletta è possibile, infatti, vedere la sua statua. Indossa un costume colorato con triangoli rossi, verdi, gialli, blu, completato da una maschera nera. I colori di Arlecchino riflettono tutti i colori del suo personaggio”.

exploro arlecchino bici 3t

L’azienda di biciclette nata nel 1961 a Torino (l’acronimo 3T sta per Tecno Tubi Torino), che due anni fa ha trasferito produzione, uffici e magazzino a Presezzo, non si è mai fermata perché “durante il blocco di due mesi -continua il post- abbiamo lavorato da casa, spedito dalla Danimarca, raccolto fondi per il nostro ospedale e prodotto valvole per respiratori e protezioni per il viso”.

“A marzo – raccontano – abbiamo raccolto 25 mila euro insieme a Elite per l’ospedale di Bergamo. Abbiamo smesso di produrre manovelle nella nostra fabbrica e abbiamo usato le nostre attrezzature e risorse per produrre valvole per le apparecchiature di respirazione. Una volta che abbiamo prodotto un numero sufficiente di valvole, siamo passati alla protezione del viso. Il nostro team di Taiwan ha raccolto fondi per acquistare maschere, che abbiamo donato alla comunità. Abbiamo anche fatto un lancio virtuale della nostra nuova gamma di manubri”.

“Oggi – spiegano – torniamo a lavorare presso la nostra sede, lo stabilimento italiano di Bergamo. Molte le misure di sicurezza adottate come indossare maschere tutto il giorno. Le persone sedute nell’ufficio sono distanziate, indossano guanti a pranzo e puliscono banchi, tastiere e maniglie delle porte più volte al giorno. Ma va bene, la sicurezza prima di tutto. Siamo semplicemente felici di rivederci, andare in bicicletta e servire i nostri clienti. È stata una lunga attesa”.

exploro arlecchino bici 3t

Per “Exploro Arlecchino”, in edizione limitata, 3T ha pensato a un montaggio speciale: gruppo elettronico 12 velocità Sram Force/Eagle AXS, ruote in carbonio 3T DiscusPlus i28 LTD, il manubrio Aeroghiaia e altre particolarità.

“I negozi di biciclette italiani – conclude il post – possono riaprire, di nuovo, il 18 maggio. Come segno della nostra vicinanza sarà possibile partecipare all’iniziativa “Exploro Arlecchino” fino al 18 maggio, giorno in cui verrà annunciato il vincitore”. Come si partecipa? Semplicemente iscrivendosi alla newsletter (company.3t.bike/newsletter/)

leggi anche
pranzo
Solidarietà
Grazie al Primo Maggio delle Acli mille pasti verranno donati alle famiglie in difficoltà
Brembo metalmeccanici
Al kilometro rosso
Test sierologico a 300 dipendenti di Brembo per il Mario Negri
take away Photo by Tamara Bellis on Unsplash
Bergamo
Bar e ristoranti: nuovo ossigeno dal take away, ma solo il 25% ha deciso di riaprire
Prima casa
Fisco facile
Emergenza Coronavirus: sospesi i termini delle agevolazioni sulla prima casa
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it