BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

A Seriate riaprono i mercati all’aperto (e c’è pure il Covid manager)

Da lunedì si riparte con piazza Matteoti, giovedì in piazza Alebardi e venerdì in via Adamello

Anche a Seriate la prossima settimana riapriranno i mercati settimanali all’aperto. Si parte lunedì con quello di piazzale Matteotti, dopo le sperimentazioni delle riaperture del mercato di via Adamello e di quello biologico di Coldiretti, in piazza Alebardi.

L’amministrazione comunale garantisce la riapertura dei mercati, con i solo banchi alimentari, nel rispetto delle ulteriori misure prese in materia di contenimento dell’emergenza epidemiologica da Covid-19, previste dalle ordinanze comunali, emanate in linea con le disposizioni dell’ordinanza di Regione Lombardia, n. 539 del 3 maggio 2020, in materia di mercati scoperti.

“Lunedì ripartirà l’apertura dei mercati scoperti. Si parte con quello di piazza Matteotti, dopo aver verificato che le disposizioni di sicurezza previste per rispettare le distanze interpersonali, tra commerciante e acquirente, e il divieto di assembramento, sono state rispettate nei mercati del giovedì di piazza Alebardi e in quello del venerdì di via Adamello – spiega il sindaco Cristian Vezzoli -. Grazie alla ridistribuzione dei banchi e al rispetto delle corrette distanze, i mercati si svolgeranno in sicurezza. Gli accessi all’area mercantile sono infatti contingentati e controllati, permettendo l’ingresso a un solo componente per famiglia e per un numero di persone pari al doppio dei banchi presenti. Queste misure garantiscono la riapertura di realtà importanti per la vista sociale della città e per il commercio all’aperto, recuperando il rapporto di fidelizzazione tra il venditore e l’acquirente. Mi preme ricordare però che siamo sempre in una situazione di vigilanza, pertanto si deve andare al mercato per fare la spesa, limitando l’aspetto aggregante, tipico dei mercati settimanali all’aperto. Invito pertanto tutti a recarsi al mercato solo per fare la spesa e non per incontrare amici o parenti”.

Le aree mercantili saranno aperte dalle 8 alle 13, e saranno delimitate con transenne, nastro bicolore o altri strumenti idonei, per avere un unico varco di accesso separato da quello di uscita. Si potrà accedere nel rispetto delle seguenti regole:

· presenza di non più di due operatori per ogni posteggio assegnato;

· l’acceso all’area è consentito a un solo componente per nucleo familiare, fatta eccezione per la necessità di recare con sé minori di anni 14, disabili o anziani;

· l’accesso all’area è vietato ai soggetti con temperatura corporea uguale o superiore a 37,5°, con riserva da parte del Covid Manager di disporre la sua misurazione;

· è obbligatorio il rispetto, sia all’interno dell’area di mercato, sia per i clienti in attesa di accesso all’area stessa, del distanziamento interpersonale di almeno un metro e del divieto di assembramento;

· è obbligatorio per chiunque accedere all’area utilizzando guanti e mascherina a protezione di naso e bocca.

Nel mercato del lunedì di piazza Matteotti saranno presenti 27 banchi di generi alimentari, posizionati a 2 metri e mezzo di distanza. Il numero massimo di persone contemporaneamente presenti nell’area è fissato in 108, così calcolate: 2 operatori massimo per stallo e 2 clienti per banco. Il varco di accesso e il varco di uscita saranno concomitanti ma separati e si affacceranno sul parcheggio di Corso Roma.

Al giovedì, in piazza Alebardi, per il mercato biologico di Coldiretti, il numero massimo di banchi alimentari sarà di 6. Mentre il numero massimo contemporaneo di persone ammesse nell’area è di 24, così distribuite: 12 per gli addetti ai banchi e 12 per i clienti. Il varco di accesso è posizionato su via Italia, quello di uscita su via Paderno.

Di venerdì, in via Adamello, sono presenti 7 banchi e il numero massimo di persone contemporaneamente presenti nell’area è fissato in 28, così calcolate: 2 operatori massimo per stallo e 2 clienti per banco.

“Si sono predisposte misure di sicurezza per garantire lo svolgimento dei mercati in sicurezza, nel rispetto del distanziamento sociale tra banchi e persone – aggiunge il Comandante della Polizia Locale Giovanni Vinciguerra, nominato Covid manager -. A chi accede al mercato viene misurata la temperatura corporea, grazie all’uso di laser scanner, così da garantire la tutela della salute. Inoltre, la presenza degli agenti di Polizia locale e degli operatori della Protezione civile assicura i controlli per il rispetto delle disposizioni di sicurezza. La fase 2 consente sì una maggiore libertà, ma richiede anche una maggiore responsabilità ai cittadini”.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.