L'ingresso, "accessorio" fondamentale per completare il look della nostra casa - BergamoNews
A cura di

Laboratorio Italiano Design

Family room & co.

L’ingresso, “accessorio” fondamentale per completare il look della nostra casa

Secondo appuntamento con la rubrica di interior design, in collaborazione con Laboratorio Italiano Design di Bergamo.

Dopo aver parlato della “Stanza della famiglia” (la “Family Room che dà il nome a questa rubrica), insieme agli esperti di Laboratorio Italiano Design di Bergamo passiamo ora a un ambiente a volte troppo poco considerato: l’ingresso. 

Nelle case moderne si è andata via via a perdere una consuetudine del passato che era rappresentata dall’ingresso. Questa apertura attraverso la quale si entrava nell’abitazione vera e propria consentiva notevoli vantaggi che potrebbero tornaci utili, soprattutto ora che le nostre abitudini dovranno essere ridisegnate.

Privacy, igiene, risparmio energetico, sicurezza, ma anche guardaroba, così si possono riassumere le funzioni dell’ingresso.

Ricordiamoci che questo ambiente è sia il primo che l’ultimo che si incontra in un’abitazione e può raccontarci molto di coloro che la abitano.

Certo, nelle case/appartamenti moderni, caratterizzati da un unico grande ambiente che ci introduce direttamente nella zona giorno, ci si domanda come poter creare una zona di accoglienza; ma con alcuni escamotage, l’impresa risulterà tutt’altro che titanica.

In primo luogo i materiali: differenziare i pavimenti da quelli dell’intera abitazione consente, già al primo sguardo, di creare la zona limite.

Qui, poiché è il punto dove si indossano/tolgono le scarpe, è utile impiegare materiali duri come ardesia, gres porcellanato e per le abitazioni più pregiate, marmo o pietra dalle tonalità calde che ricordino le sabbie del deserto.

L’impiego di differenti matericità non solo ha una funzione igienica ma è anche un ottimo trucco come sopra accennato; inoltre, provate ad immaginare che sensazioni tattili possono scaturire dal camminare scalzi su materiali differenti.

Una parete di vetro, piuttosto che un separé metallico o ligneo, consente di creare un vedo non vedo, che tutela la privacy lasciando inalterata la profondità della stanza.

Per le abitazioni più grandi, un’ulteriore opzione è data dalla bussola: piccolo spazio delimitato dalla porta di ingresso vera e propria e un’altra mediante la quale si accede alla casa (è qui che vengono solitamente posizionati gli zerbini).

Ma riprendiamo i punti salienti e analizziamoli.

Privacy ed igiene: ormai il delivery e le consegne dei fattorini sono abitudini consolidate e ricevere la merce senza che estranei accedano al nostro focolare, anche sporcandolo con le scarpe, non è da sottovalutare.

Anche da un punto di vista di risparmio energico, l’impiego di una bussola è un ottimo strumento. Immaginate quando si stanno congedando degli ospiti, o mentre dobbiamo firmare delle ricevute per il ricevimento di pacchi e ci soffermiamo sulla porta; ecco: il poter chiudere un uscio per non avere una dispersione di calore è senz’altro un escamotage non indifferente.

Parlavamo anche di guardaroba. Sebbene la maggior parte delle lettrici la desideri ardentemente, la cabina armadio di Carrie Bradshaw (cfr. Sex & the City) è per le più un’utopia; allora ricavare un piccolo armadio dove riporre scarpe e cappotti ad uso quotidiano, oltre ai soprabiti degli ospiti (abbandoniamo l’idea di adagiarli sul nostro giaciglio), ci farà recuperare notevole spazio negli armadi, avendo il beneficio anche dell’ordine e del rigore.

Nulla vieta di optare per un appendiabiti, di design ovviamente e dalle forme più strane, ma con il divieto di riporvi una miriade di soprabiti.

Non può di certo mancare un specchio, che deve essere grande e a persona intera, perché “uno sguardo prima di uscire” ce lo concediamo tutti.

E che dire di un piccolo mobile che svolga la funzione di svuota tasche purché il tutto sia nascosto agli occhi indiscreti?

Per ultimo, ma non meno importante, parliamo di luce: lampade poco ingombranti, così da facilitare il movimento in questo spazio contenuto; meglio optare per faretti o strip line – esclusivamente a led, perché il risparmio energetico non lo dimentichiamo con intensità più o meno accentuata a piacimento del committente.

Ebbene sì: l’ingresso è come l’accessorio che completa l’outfit di un perfetto look prima di una serata fuori casa.

S. R.
Press officer, Laboratorio Italiano Design

commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it